Scrivere la storia della tua campagna: una guida completa

| 9 min read Strategia per la raccolta fondi

Una campagna di successo comincia con una storia sincera e spesso coraggiosa, e le storie avvincenti trasformano i visitatori passivi in donatori attivi propensi a condividerle. La tua storia invoglia a effettuare donazioni? O potrebbe essere più incisiva o convincente?

Più potente è la tua storia ed efficace il modo in cui la racconti, maggiore sarà il successo della campagna. Raccontare una storia avvincente nel contesto di una raccolta fondi presenta sfide uniche. Ecco come sviluppare e presentare la tua storia per farla risplendere.

Alcuni consigli di scrittura:

    • Suddividi il testo. I paragrafi e gli elenchi puntati facilitano la lettura e la comprensione delle informazioni.

Usa

  • grassetto, sottolineato e corsivo per esprimere i concetti chiave.
  • Scrivi con il cuore. Sii onesto e diretto con i tuoi sostenitori.
  • Rispondi alla domanda “perché.” Fai sapere ai tuoi amici e familiari perché questa causa è così importante per te.
  • Indica chiaramente quanti soldi devi raccogliere, per che cosa verranno usati i fondi e in che modo ti aiuteranno.
  • Posta immagini e video. Le immagini aiutano i tuoi sostenitori a sentirsi coinvolti nella campagna.

Ora che hai la basi, entriamo nel vivo della guida completa per la storia della campagna di raccolta fondi.

Avvia la tua campagna

Impara dai migliori oratori

Prima di raccontare la tua storia, ti consigliamo di analizzare gli oratori GoFundMe di successo per esempi di storie coraggiose. Dai un’occhiata a Chauncy’s Chance (Una chance per Chauncy), Aeric’s Fund (Il fondo di Aeric), VICTORY for VINNY (VITTORIA per VINNY) e Saving Mila (Salviamo Mila).

Quando leggi queste storie, poniti queste domande:

  • In che modo queste storie riescono a creare comprensione ed empatia?
  • Che cosa puoi imparare dai loro approcci alla narrazione?
  • Per ciascuna storia, ci sono aspetti che ti hanno toccato particolarmente?
  • Quali emozioni vuoi che trasmetta la tua storia?

Per iniziare

Inizia con una frase che presenti te stesso e i “protagonisti” della storia. Per prima cosa, fornisci ai lettori (potenziali donatori) le informazioni più rilevanti. Come ti definiresti in relazione alla storia o al suo beneficiario? Che il tuo ruolo sia quello di genitore, imprenditore, ambientalista o sopravvissuto al cancro, qual è il motivo che ti ha spinto ad avviare questa campagna? Per il momento fornisci queste informazioni introduttive in breve: puoi sempre aggiungere ulteriore contesto successivamente se diventa rilevante.

Esempio: Mi chiamo _____ e nella vita faccio il _____.

Definisci i punti salienti della tua storia

Inizia identificando gli elementi di cui hai bisogno per raccontare a pieno la storia della tua campagna. Prendi nota dei dettagli che hai e di quelli che potresti dover trovare o sviluppare. Fai una lista delle foto e dei video che possiedi già e di quelli che potresti creare. Quali dettagli daranno autenticità alla tua storia?

La tua storia deve rispondere alle domande fondamentali di qualsiasi lettore: chi, che cosa, dove, quando, perché e come. Rispondi a domande come:

  1. Per che cosa verranno usati i fondi?
  2. In che modo sei coinvolto nella causa?
  3. In che modo le donazioni raccolte aiuteranno te o altri?
  4. Quando si tratta di raccogliere fondi, il perché è estremamente importante: perché il beneficiario ha bisogno di questa donazione?

Esempio: la mia vita è cambiata drasticamente quando _____.

Condividi la tua storia

Se hai provato altre soluzioni prima della raccolta fondi, potrebbe essere una buona idea raccontare che cosa hai fatto fino ad oggi.

Rispondi a domande come:

  1. In che modo tu o i tuoi cari avete cercato di superare la sfida che vi siete trovati davanti?
  2. Quali ostacoli hai dovuto affrontare, e in che modo ti hanno cambiato come persona?

Cogli l’occasione per descrivere l’effetto della tua lotta sulla tua famiglia, comunità locale o società nel suo complesso. Sentiti libero di aggiungere contesto adesso che i lettori hanno le basi.

Prendiamo per esempio la storia di Kamden. Con l’aiuto dei suoi genitori, Paul, otto anni, ha avviato una campagna GoFundMe intitolata Get Kamden Rollin’ again (Una sedia a rotelle per Kamden) per poter dare al suo amico Kamden una nuova sedia a rotelle. In 10 mesi, Paul ha pubblicato 25 aggiornamenti con foto, video, sviluppi importanti e link. Ha condiviso buone e cattive notizie, ma ogni aggiornamento trasmette gratitudine e ottimismo. I suoi aggiornamenti sentiti mantengono i donatori emotivamente coinvolti nella storia e fanno sapere loro dove vanno i soldi.
.

Esempio: Quando è successo _____, abbiamo deciso di ______. Po______.

Evidenzia il punto di svolta

Quale evento ti ha spinto ad agire e ad avviare una raccolta fondi? Che il momento sia avvenuto in una sala riunioni, in uno studio medico o al tavolo della cucina, riassumilo in una o due frasi.

Esempio: È stato in quel momento, quando _____, che abbiamo realizzato di aver bisogno di aiuto da parte della nostra comunità.

Mostra perché dovrebbe interessarci

Questa è la domanda principale nella mente di un potenziale donatore e quella più importante a cui la storia dovrebbe fornire una risposta. Nei libri e nei film, il pubblico prende a cuore quei personaggi che vogliono qualcosa disperatamente e che incontrano difficoltà (impegnative ma superabili) nell’ottenerla. Le persone spesso avvertono un legame con personaggi imperfetti che fanno del proprio meglio in circostanze estreme.

Spesso ci rivolgiamo alla raccolta fondi dopo una tragedia, che sia nostra o di qualcun altro. In tali situazioni, raccontare la propria storia richiede coraggio e onestà. Una storia per la campagna di raccolta fondi raccontata con incredibile coraggio è quella di Kathleen per impedire la deportazione del marito Thiago. Kathleen ha raccontato quanto la situazione rendesse vulnerabile la propria famiglia. Mostrare le tue fragilità al mondo può sembrare spaventoso, ma la tua onestà permette alle persone di creare un legame umano con te e con i beneficiari della campagna.

Costruisci la storia della tua campagna

Al di là della panoramica generale, quali parti della storia richiedono attenzione? Quali aspetti faranno proseguire la lettura e spingeranno le persone a effettuare una donazione? Scrivi la tua storia evidenziando questi elementi, quindi aggiungi dettagli di supporto per collegare i punti.

Una volta fatto ciò, fai un passo indietro e controlla che ogni parte della storia contribuisca efficacemente alla tua causa. In che modo ogni frase e immagine rafforza il desiderio di dare un contributo? Il flusso narrativo mantiene viva la curiosità dei lettori su che cosa succederà una volta terminata la storia? Li invoglia a contribuire?

Perfeziona la storia

Prenditi qualche minuto per scrivere che cosa provi al riguardo della causa. Quali sono le parole più accurate e sentite che puoi usare per descrivere il tuo bisogno di aiuto? Quindi leggi la descrizione della campagna: queste parole sono presenti nella tua storia? Osserva la storia dalla prospettiva dei potenziali donatori.

Dai un nome alla campagna

È difficile sopravvalutare l’importanza del titolo della campagna. Come per il titolo di un libro o di un film, può attrarre o allontanare le persone prima ancora che scoprano di cosa si tratta: è la prima cosa che vedono sui social media, il titolo della pagina della tua raccolta fondi.

Aspettare di dare un titolo alla campagna dopo aver scritto la storia può aiutarti a rappresentarne l’essenza in un’unica frase o riga. Inoltre, una volta raccontata, è più probabile che tu veda il titolo della raccolta fondi come titolo della storia.

Che tu opti per un approccio spiritoso—Help Junior Hammer Cancer!!! (Aiuta Junior a far fuori il cancro!!!)—o più diretto—Pilar’s Breast Cancer Fund (Fondo Pilar per il cancro al seno)—il titolo dovrebbe includere il nome del beneficiario (il personaggio principale della tua storia) e sottolineare la sfida principale che sta affrontando. Per ulteriori informazioni, leggi Consigli su come creare il titolo della tua campagna.

Esempio: “Aiuta _____ a far fuori il cancro!” o “Fondo per l’operazione al cuore di _____ ”

Ottieni feedback e perfeziona la storia

Leggi la storia a voce alta per sentire come suona a te e alle persone di fiducia.

Fai ai tuoi amici domande come:

  1. Ti sembra che la storia suoni come se venisse raccontata a un amico?
  2. Ci sono dei punti che stonano o dove mancano informazioni?
  3. Quali parti coinvolgono i lettori a tal punto da spingerli a effettuare una donazione?
  4. Personalmente, questa storia ti coinvolgerebbe a tal punto da condividerla?

Un’opzione da considerare è raccontare la tua storia in sezioni con sottotitoli, proprio come questo post. Questo approccio può facilitare ai lettori la comprensione e l’assorbimento delle informazioni.

Quando sei soddisfatto dei risultati, rileggi la storia un altro paio di volte rimuovendo eventuali errori. Se conosci qualcuno con forti capacità di editing o di revisione, chiedigli di rivedere la storia per assicurarsi che sia perfetta.

Scrivi frequenti aggiornamenti

Se vedi ogni donazione come l’inizio (e non la fine) dell’interesse suscitato in qualcuno, capirai l’importanza di pubblicare aggiornamenti. Facendo ciò, coinvolgi i donatori in una storia in evoluzione e stimoli i donatori potenziali a entrare a farne parte.

Si registra una correlazione diretta tra la frequenza degli aggiornamenti e il volume di fondi raccolti. Aggiorna spesso i tuoi donatori. Negli aggiornamenti condividi tanto le buone notizie quanto le difficoltà, e pubblicali con la stessa frequenza che adotteresti con un amico intimo. Leggi questo post del blog per suggerimenti su Come scrivere un aggiornamento della campagna.

Aggiungi foto e video

Non soltanto foto e video rendono la storia più personale, ma aiutano anche altre persone a condividerla e a raccontarla. Inserisci foto e video in tutti gli aggiornamenti che posti per i donatori.

Ricorda: l’onestà ripaga.

Sii sempre onesto. L’autenticità invita le persone a interessarsi a tal punto da voler dare una mano. Raccontando la storia della tua campagna di raccolta fondi con chiarezza e sincerità, ispirerai un sentimento di compassione. Non aver paura di essere vulnerabile quando condividerai i dettagli. Aiuta le persone a capire l’importanza delle loro donazioni. Sei pronto a raccontare la tua storia?

Crea la tua campagna di raccolta fondi gratuita