EPPOI Festival: rigenerare e rivalutare San Pio

EPPOI Festival
…quale quartiere?

Un quartiere che si fa casa.


EPPOI Festival nasce dall’incontro di Aurelia Cipollini (Ass. Fucina Salentina), Eliana Raganato (Filo Salentino), Claudia Giannotta (Santu Nuddu), Laura Nicosia (SottoSopra) e Elena Cibin (Rebel Circus), Francesco Palmieri (Ciclofficina Popolare "Alfonsina Strada") residenti nel quartiere San Pio di Lecce.

Il progetto risponde all’esigenza di ampliare il senso di comunità nel quartiere, costruendo un’identità collettiva che permetta di condividere un’appartenenza comune e ponendo l’accento quindi su qualità delle relazioni e qualità urbana.
Mira alla collaborazione civica e alla partecipazione attiva convinti che solo con il coinvolgimento dal “basso” la rigenerazione del quartiere sarà efficace e durevole.
EPPOI Festival sarà una festa di quartiere diffusa nelle vie e nelle piazze del quartiere San Pio: tre giornate di attività dedicate all'arte (cinema, teatro, musica, arti circensi), allo sport e all'ambiente. Il progetto mette in sinergia artisti, professionisti e associazioni del quartiere e non, creando una rete di condivisione di esperienze per stimolare gli abitanti alla socializzazione, condivisione e partecipazione attiva. 
 

EPPOI Festival è un progetto di:

- Associazione Fucina Salentina
- Rebel Circus – Acrobatica Aerea
- SottoSopra
- Santu Nuḍḍu
- Filo Salentino
- Ciclofficina Popolare "Alfonsina Strada"

In collaborazione con:
- Cluster8
- Kunstschau
- Kalikardia
- Scirocco Films
- Teatro dell'oppresso
- Lecce Pedala
- Salento Km0



IL CONTESTO: IL QUARTIERE SAN PIO

Il quartiere Rudiae - San Pio si estende nella zona ovest della città. Si tratta di un quartiere che inizia a formarsi e popolarsi solo tra la fine dell’800 e gli inizi del 1900.

Attualmente il quartiere Rudiae - San Pio conta oltre 10.000 abitanti ed è caratterizzato da una forte presenza multiculturale (Africa, Pakistan, India) generazionale (anziani, famiglie con bambini, giovani universitari) e di forte vocazione artistica (pittura, musica, teatro e arti circensi).

I punti di ritrovo del quartiere sono principalmente le piazze (Piazzetta Dante, Parco Corvaglia, Piazzetta Balsamo, piazzetta antistante la Chiesa di San Pio) rivalutate attraverso progetti di rigenerazione urbana che hanno permesso una maggiore vivibilità e godibilità. 
Inoltre sono presenti associazioni, luoghi e attività commerciali legati alle arte figurative, grazie anche alla presenza dell’Accademia di Belle Arti a Porta Rudiae e alle sedi dell’Università del Salento (Dipartimento di Beni Cuturali).



OBIETTIVI GENERALI

- Valorizzare i talenti presenti nel quartiere e non, creando una rete di condivisione tra artisti differenti: musica, teatro, fotografia, arti circensi, cinema, scrittura, pittura ecc…

- Creare una comunità che senta nel quartiere un senso di casa, luogo sicuro, ricucendo le distanze e allontanando le paure radicate in noi a causa di questo periodo storico.

- Attrarre le nuove generazioni al mondo dell’arte, scoprendo discipline non convenzionali e proponendosi così come alternativa al mondo online.

- Trasformare il quartiere in spazio vivo di riflessione, favorendo relazioni di condivisione e vivendo la comunità come possibilità di crescita singola e collettiva

- Innescare processi di rigenerazione urbana, tornando nelle strade e nelle piazze, recuperando aree trascurate della città, che hanno subìto, e continuano a subire, degrado urbano e/o sociale.

- Coinvolgere un pubblico perso e non più attratto da dinamiche convenzionali, portando l’arte in luoghi inusuali, spesso legati alla storia della città.

- Ritrovare una relazione sincera, viva e partecipata tra artisti e pubblico stimolando una visione dell’Arte come necessario bene comune.



IL PROGETTO

Sensibilizzazione e partecipazione 
Il quartiere è protagonista nella realizzazione del Festival che sarà solo il culmine di un processo di coinvolgimento e partecipazione collettiva.
L’obiettivo nei mesi antecedenti al Festival è quello di creare occasioni di incontro e confronto con gli abitanti del quartiere al fine di rendere EPPOI Festival espressione comune.

A tal proposito sono organizzate le seguenti attività:

- Incontri di PIAZZETTA dislocati nelle diverse piazzette di San Pio
- RICETTARIO DI COMUNITÀ: un libro scritto dalle sapienti mani delle donne di San Pio, per unire la tradizione culinaria locale e internazionale. 
- DATE PRE-FESTIVAL (cinema all’aperto, reading teatrale, concerti, critical mass nel quartiere…)
- PULIZIA E DECORAZIONE DEL QUARTIERE. 


Il Festival

EPPOI… Circo
a cura di Rebel Circus e SottoSopra (Elena Cibin e Laura Nicosia)

Il linguaggio artistico e l'arte circense apriranno nuovi canali creando flussi di comunicazione tra tutti gli attori coinvolti e gli spettatori garantendo un arricchimento reciproco, un consolidamento e un miglioramento della qualità della vita relazionale e sociale. 


EPPOI… Yoga in piazzetta

a cura di Kalikardia (Elena Mangia)

Due giornate dedicate alla consapevolezza, al benessere e all'armonizzazione psicofisica attraverso tecniche di centratura e lavoro sul respiro consapevole.


EPPOI… Mercato ortofrutticolo e artigianale
in collaborazione con Salento Km0

Nella seconda giornata produttori e artigiani locali arriveranno nel quartiere per far conoscere i propri prodotti.

 
EPPOI… Asta di Biciclette e Officine a cielo aperto
a cura del collettivo Lecce Pedala, Fucina Salentina, Officina OnzaOnza, Ciclofficina Popolare "Alfonsina Strada"

Un’asta di biciclette sui generis: le bici verranno assegnate a chi parteciperà con la maschera più divertente, rumorosa e originale! Un’asta stile corrida per una città a misura di persona!

Nella piazza inoltre saranno presenti delle Officine a cielo aperto a disposizione per piccole riparazioni di biciclette! 


EPPOI… Le vie dell’arte

Disegno dal vero
a cura di Sonia Cucculelli

Un pomeriggio in strada con il disegno dal vero. I modelli? Gli abitanti di San Pio.


Musica 

La musica entrerà nei cortili e nei giardini di San Pio attraverso spettacoli site specific. 
I concerti accoglieranno pochi spettatori alla volta al fine di proporre un’esperienza di ascolto coinvolgente ed emozionante. 


Esposizione fotografica
Condòmini è un’esposizione condivisa realizzata attraverso un’operazione di ricerca diretta con gli abitanti e le famiglie del quartiere sui ricordi appartenenti a San Pio e alle loro storie.


Narrazione teatrale 
a cura di Aurelia Cipollini (Associazione Fucina Salentina)

La parola fa, crea, colpisce, accarezza, unisce, conforta, ferisce… le parole, di oggi e di ieri, di questa terra o di un' altra, vere o inventate, danno vita, fanno accadere qualcosa. Come? Lo scopriremo con il laboratorio “La parola che fa”.

Restituiremo al pubblico il percorso svolto: i luoghi del quartiere San Pio accoglieranno le nostre parole per creare spazi di condivisione e bellezza.


Teatro dell’oppresso
a cura di Massimiliano Bozza 

Il laboratorio di teatro dell'oppresso si pone l'obiettivo di costruire, mediante tecniche specifiche, una performance collettiva: l'approfondimento del linguaggio artistico andrà di pari passo con l’approfondimento delle tematiche sociali.

Il laboratorio avrà una durata di tre giorni, si svolgerà nel Parco Chiesetta Balsamo. Al termine del laboratorio sarà realizzata una performance dimostrativa del lavoro svolto. 


Cinema all’aperto 
proiezione a cura di Scirocco Films


Poetry Slam
a cura di LIPS (Lega Italiana Poetry Slam)

Un Maestro di Cerimonia a gestire la gara, 10 Poeti coinvolti, 3 minuti a testa per interpretare una propria poesia inedita alla presenza del pubblico di San Pio che farà da giuria. Un metodo nuovo di condivisione dei linguaggi poetici, uno spazio aperto alla contaminazione e alla sperimentazione della produzione poetica contemporanea.


N.B. Nel caso in cui non doveste poter contribuire direttamente qui tramite la nostra campagna o si dovessero verificare dei problemi con la donazione, vi invitiamo a contattarci direttamente. La donazione può essere effettuata anche tramite bonifico all'IBAN IT34Y0501804000000016965808 indicando come causale "contributo volontario per EPPOI Festival", anche in questo caso vi invitiamo comunque a contattarci.


-
*Crowdfunding ideato e pubblicato tramite lo sportello offerto nell'ambito del progetto "Alla scoperta della bellezza, identità celata" (CUP B38I18001240009; Avviso n.2 /2017 – Cantieri Innovativi di Antimafia Sociale: educazione alla cittadinanza attiva e miglioramento del tessuto urbano - POR Puglia 2014/2020 - Asse IX - Azione 9.6)*

  • Anonymous 
    • €20 
    • 1 mo
  • Consuelita Cristaldi 
    • €10 
    • 1 mo
  • Anonymous 
    • €20 
    • 2 mos
  • Clarissa Picocci 
    • €20 
    • 2 mos
  • Patrizia Raganato 
    • €100 
    • 2 mos
See all

Fundraising team: Collettivo EPPOI (6)

EPPOI Festival 
Organizer
Raised €55 from 4 donations
Lecce, Province of Lecce
Eliana Raganato 
Team member
Raised €165 from 4 donations
Laura Nicosia 
Team member
Raised €30 from 2 donations
Aurelia Cipollini 
Team member
Raised €20 from 1 donation
Claudia Giannotta 
Team member
See all
  • #1 fundraising platform

    More people start fundraisers on GoFundMe than on any other platform. Learn more

  • GoFundMe Guarantee

    In the rare case something isn’t right, we will work with you to determine if misuse occurred. Learn more

  • Expert advice, 24/7

    Contact us with your questions and we’ll answer, day or night. Learn more