Cinque semplici passaggi per la creazione di un piano di raccolta fondi a prova di bomba

| 5 min read Strategia per la raccolta fondi

Una casa ben costruita inizia da un progetto disegnato con cura. Per il crowdfunding vale lo stesso. Una raccolta fondi accuratamente predisposta si tradurrà in una raccolta fondi più efficace. Sviluppare un piano d’azione per la tua raccolta fondi ti aiuterà a superare eventuali ostacoli e imprevisti che dovessero presentarsi. Abbiamo individuato alcuni elementi chiave a cui prestare attenzione nella creazione del tuo piano di raccolta fondi.

Prendi spunto dalle campagne di successo e fissa un obiettivo realistico

1. Osservare gli altri

Prima di tuffarti a capofitto nella tua raccolta fondi, fai un passo indietro e osserva cosa stanno facendo gli altri che hanno avviato campagne come la tua per avere successo. Prenditi del tempo per esaminarle e appuntarti le cose che in quelle stanno funzionando e le cose che invece non funzionano. Cerca di capire che strategie puoi utilizzare, ad esempio quali tipi di eventi di raccolta fondi stanno incrementando sia le donazioni che la sensibilità al tema, o in che modo i titolari delle campagne usano i social media per potenziare la propria raccolta fondi.

2. Fissare un obiettivo

Nel processo di pianificazione, dovrai decidere l’importo che intendi raccogliere per il beneficiario della raccolta fondi. Tale importo deriva da un’attenta valutazione dello scopo per cui verranno utilizzati i soldi della raccolta e da una previsione dei tuoi bisogni. Ad esempio, se stai raccogliendo fondi per le cure mediche di un membro della famiglia, un calcolo esatto dei costi di trasporto, cure e farmaci ti darà un quadro chiaro dell’importo che devi raccogliere.

Pianificazione strategica della promozione

1. Branding

Per prima cosa, è importante pensare a come la tua raccolta fondi verrà accolta dai potenziali donatori e in che modo puoi far sì che resti impressa nella loro memoria. Esistono diversi modi per connotare la tua raccolta fondi. Ad esempio, ideare un hashtag che inserirai in tutti i tuoi post multimediali renderà più facile per i donatori tener traccia dei tuoi progressi e contribuire ad alimentare la conversazione. Un altro modo per personalizzare la tua raccolta fondi è quello di creare un URL che si ricorda, rendendo la raccolta fondi facile sia da condividere che da ricordare.

2. Social media

Il coinvolgimento sui social media porterà la tua raccolta fondi al livello successivo. Tieni presente che la partecipazione sui social media impone una presenza costante, il che significa creare contenuti, rispondere ai commenti e interagire con altre raccolte fondi o comunità analoghe. Facebook è una piattaforma fondamentale che ogni promotore di raccolte fondi dovrebbe sfruttare.

Secondo un rapporto di Statista del gennaio 2016, Facebook ha 1,55 miliardi di utenti attivi al mese, il che lo rende un bacino molto ampio di potenziali donatori a cui puoi attingere. Condividere la tua raccolta fondi su Facebook è indispensabile, mentre creare una pagina Facebook in aggiunta alla tua raccolta fondi contribuirà ad aumentare il numero di persone che vedono la tua storia e ti aiuterà anche a rimanere in contatto con i tuoi sostenitori. Per degli ottimi consigli, leggi La raccolta fondi di Facebook 101 e Usare i social media per promuovere la tua raccolta fondi .

3. Contenuto visivo

Quando promuovi la tua raccolta fondi, è importante utilizzare foto o video di qualità. A volte le foto non vengono come le vogliamo. Fortunatamente, puoi comunque usarle se le modifichi con un software gratuito di modifica delle immagini che puoi trovare online. Cambiando un po’ l’illuminazione e aumentando la nitidezza, la tua immagine potrebbe avere il potenziale accattivante che stai cercando.

Abbiamo scoperto che ai donatori piacciono tante immagini, quindi prova a selezionare un po’ di buone immagini che faranno risaltare la tua raccolta fondi. Per raccontare la tua storia, può essere utile anche produrre un video rapido sulla tua causa ma che si faccia ricordare. Per maggiori dettagli, vedi i nostri post Come le immagini possono portare al successo di una raccolta fondi e I video sono strumenti efficaci per la raccolta fondi post.

4. Raggiungere gli influencer

Individua persone che hanno una forte influenza e fanne un elenco. Puoi spaziare da amici che hanno un seguito consistente sui social media ad altri membri della comunità interessati alla tua causa, a fonti media locali che potrebbero essere interessate a coprire la tua storia.

Nel rivolgersi sia a influencer che a potenziali donatori, porre delle domande può essere più efficace che non chiedere denaro o aiuto. Piuttosto, cerca di stimolare una conversazione sull’argomento per dare agli altri l’opportunità di pensare alla tua raccolta fondi e appassionarcisi. Queste persone saranno degli attori chiave nel far conoscere la tua raccolta fondi dopo il lancio.

5. Pre-lancio

Vuoi creare un po’ di attesa prima di svelare la tua raccolta fondi in modo che, quando sarà attiva, avrai già un bacino di fedeli sostenitori. È qui che entra in gioco la tua capacità di raggiungere gli influencer. Manda una e-mail a questi influencer in cui riassumi i tuoi piani di raccolta fondi una o due settimane prima che la campagna inizi e chiedi il loro aiuto. Il giorno del lancio della tua raccolta, invia loro un’altra e-mail, concisa, in cui chiedi di condividerla sui loro canali social media. Le tattiche come questa, di un annuncio pre-lancio, ti aiuteranno a dare più slancio alla tua raccolta fondi.

Attuare il tuo piano di raccolta fondi

Un approccio attento e strategico può contribuire a garantire una raccolta fondi di successo. Personalizza e lancia la tua raccolta fondi oggi.

Crea una raccolta fondi gratuita