Ride 4 Creation - nella scia di Celestino V

«Fate il bene gratuitamente e non raccontarlo a nessuno. Tanto più che Dio in ogni caso vi vede e vi ricompenserà […]. Ma anche se Dio non vi badasse […] anche allora fare il bene è una buona cosa.»

 

Ignazio Silone, L'avventura di un povero cristiano (1968)

 

Ci piace sognare, e metterci sulle spalle dei giganti, per guardare lontano. Quando l’avventura di Ride 4 Creation è iniziata, nel dicembre 2017, eravamo due ragazzi che percorrevano – a piedi! – la strada che separa Santa Maria degli Angeli da Assisi. Fra una chiacchiera e l’altra, emerse il desiderio di fare qualcosa per il Creato: eravamo, e siamo, stanchi delle grandi tavole rotonde sulla crisi climatica, specialmente di quelle che rimangono tali; eravamo, e siamo, innamorati della Laudato Si’, quell’inestimabile documento del magistero della Chiesa con il quale Papa Francesco si rivolge a tutto il mondo, quello credente e quello non credente. Sì, perché il messaggio di amore, cura e valorizzazione del Creato è davvero trasversale e non può che colpire, incoraggiare e stimolare tutti. Per Creato, in ottica di ecologia integrale, intendiamo quel sistema complesso del quale noi, esseri umani, siamo una piccola parte: inquilini, nella fattispecie; o suoi giardinieri e co-custodi, per dirla altrimenti. Il fatto che sia complesso ci impone di agire di conseguenza: con lungimiranza, innescando processi, analizzando, per quanto possibile, tutte le variabili delle nostre azioni. Comprendere che la crisi ambientale e quella sociale sono, ad esempio, le due facce di una stessa medaglia, e che intervenire sull’una per mitigarla significa, di riflesso, intervenire sull’altra, può essere un primo, grande, passo per cambiare l’esistente.

 

È questo che raccontiamo, quando con le nostre biciclette pedaliamo pezzi d’Italia, incontriamo le comunità e riflettiamo, con loro, sulle criticità socio-ambientali dei territori in cui vivono, per cercare di capire, insieme, come dare vita a un piccolo cambiamento, fosse anche la pulizia di un’area verde, la piantumazione di un albero, un evento durante il quale dare la nostra umile testimonianza. Non abbiamo la pretesa di salvare il mondo, ma di contribuire a renderlo un po’ più vivibile, soprattutto per le generazioni future.

 

Nel 2019 siamo saliti sulle spalle di san Francesco, partendo da Sulmona (AQ), per pedalare fino ad Assisi (PG). In due, alle prime armi, un po’ all’arrembaggio, ma spinti dal calore dei nostri amici più cari. Nel 2020, invece, abbiamo scelto le spalle di don Tonino Bello, per pedalare nei suoi territori, partendo da Bari fino a Santa Maria di Leuca (LE), martoriati dalla Xylella, dagli incendi, dalla mano dell’uomo, che è pronto a buttare sacchi d’immondizia dove può, appena può. In tre, questa volta, ma con un seguito sempre crescente.

 

 

Quest’anno, abbiamo deciso di volgere le nostre forcelle anteriori nei territori del Molise e dell’Abruzzo, salendo sulle spalle di Celestino V: da Campobasso, pedaleremo per metterci nella sua scia, ripercorrendo i suoi passi, visitando i suoi luoghi e raccontando la sua storia, fino a giungere a L’Aquila, nel giorno della perdonanza. A pedalare, saremo ben cinque!


Ciò che fino a oggi abbiamo realizzato è stato finanziato con i nostri risparmi e con le donazioni di quanti - amici, colleghi, parenti, sostenitori - ci vogliono bene. Anche per questa nuova impresa su due ruote, chiediamo il sostegno di tutte le persone che hanno a cuore il Creato: con una piccola donazione, potrete aiutarci a metterci, ancora, al servizio del Creato.


Le donazioni saranno utilizzate esclusivamente per coprire spese gestionali e tecniche necessarie alla pedalata:
acquisto di materiali tecnici (pezzi di ricambio per biciclette, borse, portapacchi, strumenti per lo storytelling), che ci consentiranno di pedalare in sicurezza; contributi per l'ospitalità, per ringraziare chi ci accoglie e sfama; mitigare gli imprevisti (e sono molti, credeteci!); acquisto di strumenti, attrezzature e materiali vari per realizzare i nostri gesti simbolici (ad esempio: necessario per la piantumazione di alberi, per la pulizia delle aree verdi, ecc.).

Seguici, su Facebook e Instagram, per vedere quello che facciamo e darci forza!  
Per qualsiasi altra curiosità, o per metterti in contatto con noi, lascia un commento!

Grazie!

Organizer

Massimiliano Muzio
Organizer
Campobasso, Province of Campobasso

Your easy, powerful, and trusted home for help

  • Easy

    Donate quickly and easily.

  • Powerful

    Send help right to the people and causes you care about.

  • Trusted

    Your donation is protected by the  GoFundMe Giving Guarantee.