#ilnostroamicohussein

Nel 2016 ho passato 7 mesi alla diga di Mosul.

Durante quella permanenza ho conosciuto, già nei primissimi giorni, un piccolo bambino, al quale mi sono subito affezionato. Da allora parlo sempre del mio amico Hussein, con il quale ho condiviso 7 mesi di vita. Chi mi segue su facebook lo sa bene, poiché riempio la mia bacheca di sue fotografie, spesso insieme a me.

Negli ultimi tempi le condizioni del mio piccolo grande amico si sono notevolmente aggravate.

Ho sempre evitato di parlarne pubblicamente, per rispetto nei suoi confronti, ma Hussein è malato, da sempre. E’ malato di cuore. Da circa una settimana è ricoverato in terapia intensiva in un ospedale di Mosul, non lontanissimo da casa sua.

Sono condizioni molto gravi e c’è la necessità, con la massima urgenza, di un intervento chirurgico. Stiamo cercando di organizzare questo intervento in loco, a Mosul o città limitrofe, non essendoci le condizioni per un trasporto più lontano.

Sarò crudo e diretto, anche se non è mia abitudine: servono soldi, molti soldi, e servono subito. L’unica possibilità di salvezza è l’intervento chirurgico, da eseguire il più presto possibile.

So che non sono momenti di abbondanza, quindi sono conscio del fatto che sto chiedendo molto. Ma chi se la sente di donare - anche poco, pochissimo, tutto può essere utile – trova il link qui sotto.

Grazie a tutti, anche solo per aver letto queste poche parole e rivolto un pensiero al nostro caro Hussein.

#ilmioamicohussein
#ilnostroamicohussein

 

In 2016 I spent 7 months in Mosul Dam.

In that period, in the first days, I knew a small child, I immediately became attached to him. Since that time, I spoke always about my friend Hussein, we shared 7 months of our lives. On Facebook, I speak always about him, I post always pictures of him, often with me.

In the last weeks, the health conditions of my small big friend became worst.

I never speak about it, in public, for respect to him, but Hussein is sick, from when he born. He has serious heart problem. Since one week ago, he is in the hospital, in Intensive Care Unit, in Mosul, not far from his home.

His conditions are very serious and he needs, urgently, a surgery. We are trying to organize the surgery locally, in Mosul or in the surrounding cities, because there are not the conditions for a long transportation.

Usually I don’t do this, but this time yes. We need money, a lot of money and we need it now.

The only chance he has is the surgery, to do as soon as possible.

I am conscious that it is not the best moment, for a lot of people, so, I know that I am asking you a lot. But who can donate - also a small amount, very small, anything can help – find the link herebelow.

Thanks a lot to all of you, also to read these few words and sent a though to our dear Hussein.

#myfriendhussein
#ourfriendhussein

Poiché gofundme.com chiede chiarimenti, aggiungo che ho conosciuto il piccolo Hussein durante un periodo che ho trascorso, per motivi di lavoro, alla diga di Mosul, in Iraq. Ho passato là 7 mesi, da inizio maggio a fine novembre 2016. E' il figlio di una persona che lavorava in quel cantiere. Sono in contatto con lui e la sua famiglia, ogni giorno, ed intendo consegnare i fondi personalmente

Donations

 See top
  • Andrés Filipuzzi 
    • €5 
    • 4 mos
  • Anonymous 
    • €200 
    • 22 mos
  • Anonymous 
    • €50 
    • 22 mos
  • Anonymous 
    • €50 
    • 22 mos
  • Anonymous 
    • €500 
    • 22 mos
See all

Organizer

Maurizio Nesti 
Organizer
Sant'Andrea Pelago, Italy

  • #1 fundraising platform

    People have raised more money on GoFundMe than anywhere else. Learn more

  • GoFundMe Guarantee

    In the rare case that something isn’t right, we will refund your donation. Learn more

  • Expert advice, 24/7

    Contact us with your questions and we’ll answer, day or night. Learn more