Main fundraiser photo

Capo Pecora Sport climbing Area (Sardinia west coast)

Donation protected
Attrezzare una nuova area sportiva nei dintorni di Capo Pecora (stesso meraviglioso granito) è un'idea che mi frulla in mente da molto tempo. Sembrava tuttavia difficile trovare un luogo adatto che fosse sufficientemente lontano dall'area trad classica, ormai conosciuta in tutto il mondo, in modo da non "contaminarla". Allo stesso tempo molti turisti e arrampicatori sardi mi avevano manifestato il desiderio di arrampicare su quella roccia così incredibile senza essere obbligati ad usare i friend. Qualcuno aveva già tentato di scalare con la corda dall'alto con improbabili giri delle torri, a volte decisamente pericolosi data la franosità del terreno.

Da molti anni sono convinto (al contrario di chi ha un pensiero più radicale ed univoco) che ampliare l'offerta e offrire possibilità a tutti di arrampicare nei medesimi luoghi (o comunque nella stessa area) nello stile che più gli è consono, non inquina ma contribuisce a mantenere integre le aree clean. La stessa linea è sposata in molte zone del mondo, e l'Inghilterra (tra le patrie del clean climbing) non fa eccezione, separando bene gli ambiti se necessario, senza però essere eccessivamente talebani nelle proprie convinzioni. Alla fine, in entrambi gli stili, sportivo e trad, basta avere reciproco rispetto per le passioni e le convinzioni altrui. La coesistenza non sarà un grande problema.

Il promontorio di Murru Biancu, tra Portixeddu e Capo Pecora, è distante alcuni chilometri dall'area trad classica e sarebbe stato un luogo perfetto, se solo avessi trovato una piccola area adatta ad attrezzare alcune vie sportive senza essere obbligato ad arrivarci in barca. Le pareti sembravano tuittavia inaccessibili via terra. La seconda incognita era rappresentata dalla solidità della roccia, sicuramente meno buona che nell'area trad, nota con il nome locale di Manago. Finalmente a maggio 2024 ho trovato l'accesso e la parete adatta, costituita per il momento da due settori. Il primo che presento è Andromeda, una falesia di 15 metri molto bella e panoramica, sufficientemente alta sul mare per non risentire troppo dell'umidità. Le vie sono belle, piacevoli e pulite. Sono tutte attrezzate con materiale AISI 316 top di gamma (Petzl). La chiodatura è stata effettuata da Maurizio Oviglia e Tatjana Goex. La parete rimane in ombra sino alle 13 essendo esposta ad ovest.

Il settore Mikado si trova invece più in basso ed è di accesso più complicato. E' infatti necessario scendere una breve corda fissa. E' in corso di chiodatura, che sarà portata avanti solo se il crowfunding darà buon esito considerata l'alto costo del materiale che per ora è stato finanziato completamente da Pietradiluna.com. Per ora vi sono solo tre vie.

Nella zona ci sono anche vie/settori trad, come per esempio La Croce del Sud, che vi chiediamo di rispettare. Allo stesso modo nelle vie sportive non vi sono tratti dove occorre mettere i friend, nemmeno se c'è una buona fessura Ognuno può avere la propria opinione, ma questo rispecchia il nostro pensiero e la nostra volontà di tenere distinte le due cose. Lo preferiamo di gran lunga allo stile così detto "misto".


------

The idea of bolting a new crag close to Capo Pecora, with the same wonderful Sardinian granite, was an idea that had been on my mind for a long time. However, it was difficult to find a suitable place that was sufficiently distant from the world-famous classic trad area so as not to "contaminate" it.

Furthermore, many local and visiting climbers had told me that they'd love to climb on that incredible rock, but without being forced to use cams. Someone had already attempted to toprope some routes with improbable rope maneuvers, at times somewhat dangerous.

For many years I've been been convinced (unlike those who have a more radical and univocal approach) that increasing what's on offer and providing everyone with the opportunity to climb in the same places (or in the same area) in their preferred style contributes to maintaining "clean climbing" areas intact.

The Murru Biancu promontory, located between Portixeddu and Capo Pecora, is just a few kilometers away from the classic trad area and I realised it would be perfect, if only I managed to find a small sport climbing area suitable which could be reached without having to use a boat.

Finally in May 2024 I discovered the approach and the suitable wall, which at the moment is comprised of two sectors. The first one is Andromeda, a very beautiful and panoramic 15 meter crag, high enough above the sea to not be affected too much by the humidity and spray. The climbs are beautiful and pleasant. They are all equipped with top-of-the-range AISI 316 bolts (Petzl). The bolting was carried out by Maurizio Oviglia and Tatjana Goex.

The second sector, Mikado, is located lower down and is access is slightly more complicated. Bolting is currently in progress, and it will only be completed if this crowdfunding is successful. At present there are 3 climbs.

Apart from these crags, there are are also some trad climbs / sectors in the area that we ask remain as such. Likewise, on sports climbs there are no sections where it is necessary to use cams. This reflects our thinking and our desire to keep the two disciplines distinct.

Donate

Donations 

  • Roberto Valdo Cortese
    • €40 
    • 6 d
  • Francesco Pittau
    • €30 
    • 7 d
  • Anonymous
    • €10 
    • 7 d
  • Elisa Recchia
    • €20 
    • 7 d
  • giovanni vito distefano
    • €10 
    • 7 d
Donate

Organizer

Maurizio Oviglia
Organizer
Cagliari, Metropolitan City of Cagliari

Your easy, powerful, and trusted home for help

  • Easy

    Donate quickly and easily

  • Powerful

    Send help right to the people and causes you care about

  • Trusted

    Your donation is protected by the GoFundMe Giving Guarantee