Salviamo casa Bramini

Una soluzione pratica che arriva dai cittadini per salvare la dignità e la casa di Sergio Bramini, grazie all'Associazione San Giuseppe a Credito Italia e al tuo generoso sostegno.

Sergio Bramini è un imprenditore vecchio stampo che per salvare la sua azienda e per onorare gli stipendi dei suoi collaboratori si è fidato dello Stato che gli doveva oltre 4.000.000 di euro!

Dopo anni di difficoltà finanziarie dovute ai mancati pagamenti da parte dello Stato, Sergio cerca di chiudere l'attività ma essendo un'azienda che offre un servizio pubblico (smaltimento di rifiuti per una rete di comuni), gli impediscono di farlo con un provvedimento d'urgenza invocando il superiore interesse della collettività, lasciandogli come unica alternativa il carcere.

A quel punto Sergio prosegue nella sua attività finanziando la sua azienda con i soldi personali guadagnati in una vita di lavoro e sacrifici, nella speranza che lo Stato paghi il debito contratto con lui...

"Mi dicevano di stare tranquillo che lo Stato paga i suoi conti, 
magari tardi ma li paga".

E invece il pagamento non arriva e finite le risorse personali, Sergio decide di ipotecare la sua casa e i suoi uffici per avere i fondi necessari per continuare a tenere in piedi l'azienda, non per sua scelta, ma per obbligo. 
Nonostante da anni non gli venga pagato il dovuto, è costretto a erogare i servizi e anticipare soldi. 

Finiscono anche i fondi ottenuti dai mutui ipotecari accesi per sostenere il servizio pubblico. Ne consegue il fallimento che lui determina in proprio. La situazione non solo è drammatica ma anche paradossale.

Ad un'impresa si può chiedere di sostituirsi allo Stato con i propri soldi? 
Un paradosso tutto italiano che può e deve essere rovesciato con la solidarietà degli italiani!

"Adesso non abbiamo più tempo da perdere" dice Sandro Feole che attraverso l'Associazione San Giuseppe Imprenditore , del quale è il vice-presidente, si occupa di composizione di crisi come quella di Bramini.
"Quando mi hanno presentato Sergio ho pensato subito ad Andrea Maurizio Gilardoni e sua moglie Lucijana che attraverso Credito Italia hanno l'organizzazione e le competenze per poter aiutare in modo concreto Sergio. 

Insieme abbiamo deciso di organizzare una raccolta fondi per giungere a circa 450.000€, somma che consentirebbe di avviare la trattativa con il curatore e le banche al fine di stralciare le posizioni dei creditori e chiudere la vicenda una volta per tutte."

"Oggi, questa è l'unica soluzione pratica e concreta per risolvere questo problema alla radice, lasciandoci alle spalle e ad altre sedi, le ingiustizie subite dalla famiglia Bramini. Adesso la priorità è salvare la dignità e la casa di questa famiglia che ne ha già viste troppe", dice l'imprenditore Andrea Maurizio Gilardoni fondatore con la moglie di Credito Italia che ha contribuito alla prima donazione e ha messo a disposizione gratuitamente la struttura e le competenze.

Per risolvere la situazione ci sono tre passi da compiere:

1. Trovare un accordo economico con le parti coinvolte (il curatore fallimentare e la banca che ha erogato il mutuo per sostenere l'azienda);

2. Avviare una raccolta fondi per avere il denaro necessario per la chiusura di questa posizione attraverso una raccolta fondi con il maggior numero di canali attivi;

3. Estinguere la procedura esecutiva in corso, ossia risolvere definitivamente il problema del debito, bloccare il pignoramento e lo sfratto.

"Mi impegnerò per rappresentare tutte le persone che hanno subito le mie stesse ingiustizie per aiutare, chi come me è vittima della burocrazia e dello Stato che scarica il barile" dice Sergio Bramini che comunque spera fino all'ultimo che lo Stato si faccia avanti di fronte a un'ingiustizia evidente e paradossale!

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il direttivo dell'Associazione San Giuseppe Imprenditore, ha delegato formalmente con specifica delibera, Sandro
Feole per la coordinazione della presente campagna il che comprende la gestione delle donazioni raccolte a favore della famiglia Bramini.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Per il rispetto delle normative sulla raccolta di danaro finalizzata a donazioni, le modalità di pagamento sono differenziate per versamenti inferiori o superiori ad Euro 2.500,00.

Se decidi di contribuire con cifre superiori a 2.500€ puoi fare un bonifico sul conto dell'associazione San Giuseppe Imprenditore con oggetto: 

Donazione Salviamo casa Bramini IBAN IT28 R084 30510 6000 0000 965 515

Grazie

Associazione San Giuseppe Imprenditore
Sergio Bramini e Famiglia
Help@salviamocasabramini.it

Donations (0)

  • Marco Giampetruzzi 
    • €10 
    • 14 mos
  • Andrea Torino Rodriguez 
    • €20 
    • 16 mos
  • Luca Pettinari 
    • €10 
    • 16 mos
  • salvatore conti 
    • €50 
    • 16 mos
  • Francesca Massobrio 
    • €50 
    • 16 mos

Organizer and beneficiary 

Associazione San Giuseppe Imprenditore 
Organizer
Como, LM, Italy
Sandro Feole 
Beneficiary
  • #1 fundraising platform

    People have raised more money on GoFundMe than anywhere else. Learn more

  • GoFundMe Guarantee

    In the rare case that something isn’t right, we will refund your donation. Learn more

  • Expert advice, 24/7

    Contact us with your questions and we’ll answer, day or night. Learn more