15 Ottobre Babyloss Awareness Day.

15 Ottobre Babyloss Awareness Day.
Giornata della consapevolezza sul lutto in gravidanza e dopo la nascita.

Nel mese di Ottobre ricorre una data che accomuna e simboleggia milioni di famiglie nel mondo che hanno vissuto l’esperienza del lutto perinatale con la perdita di un/a figlio/a durante la gravidanza o subito dopo la nascita.
Una data per non dimenticare, anzi per accrescere la consapevolezza di ciò che è e di ciò che si prova dopo il “silenzioso” vuoto lasciato da un desiderio tanto atteso, condividendo il significato e l’essenza del lutto per sentirsi meno soli, più compresi, infrangendo il tabù della morte.
Per noi è stato ed è ancora così…grazie all’aiuto di chi ha voluto starci vicino, ognuno a suo modo, con grande umanità offrendoci il sostegno che, in quei momenti difficili, è un dono prezioso.
Siamo genitori di due magnifici bambini, Giacomo, 9 anni, e Gaia che da 1 anno circa vive nei nostri ricordi.
Nel 2020 infatti abbiamo vissuto la sua dolorosa e inaspettata perdita all’ottavo mese di gravidanza.
In questo mese di Ottobre lanciamo questo crowdfunding, nel ricordo di Gaia, verso quelle persone che per prime ci hanno accolto e sostenuto semplicemente con la loro grande professionalità, sensibilità e umanità.
Con questo gesto vorremmo divulgare la consapevolezza dell’evento e far sapere alle coppie colpite che non sono sole, perché a Forlì possono affidarsi a medici, ostetriche e una psicologa, formati per il sostegno in questo evento luttuoso.
Inoltre il ricavato della raccolta sarà totalmente devoluto come aiuto concreto al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Morgagni Pierantoni di Forlì, che sosterrà l’acquisto di attrezzature come monitor, computer e arredi.

Per approfondire…cos’è la morte endouterina?
Risponde il Ginecologo Dottor Savelli, Direttore U.O. Ostetricia e Ginecologia di Forlì:
“La morte fetale in utero è un evento raro ma lacerante sia per la coppia che lo subisce che per la intera comunità di affetti che la circonda, che per i medici e le ostetriche che hanno in cura la donna durante la gravidanza.
Si tratta della cessazione dell’attività cardiaca di un feto in una epoca di gravidanza compresa fra 24 settimane ed il termine della gravidanza. La sua incidenza è di 3 casi su mille gravidanze e può avere cause riconoscibili, come l’obesità materna, l’età avanzata, l’ipertensione arteriosa ed il diabete, o anomalie congenite fetali.
Talvolta l’arresto della gravidanza è dovuto a condizioni che alterano la funzionalità della placenta, come i gravi ritardi di crescita fetale, la gravidanza oltre il termine, trombosi, infezioni, distacco di placenta….
In alcuni casi purtroppo non si identifica una causa specifica di questo tragico evento e pertanto non è sempre prevenibile con le metodiche di diagnosi prenatale.”
  • Anonymous 
    • €50 
    • 8 mos
  • Anonymous 
    • €30 
    • 8 mos
  • Manola Valentini 
    • €50 
    • 8 mos
  • Alberto Mazzotti 
    • €30 
    • 8 mos
  • Giovanni Zarlenga 
    • €20 
    • 8 mos
See all

Organizer

Tomas Foietta 
Organizer
Forlì, Province of Forlì-Cesena