Andrea Agostinelli, Una speranza per un amico

Andrea, un ragazzo come noi, che ha affrontato la vita cercando di risolvere giorno per giorno i piccoli problemi, senza mai eccedere, senza mai pretendere per poi svegliarsi un giorno con una malattia rara che gli riserva poche speranze di vita.
 
Più di 10 anni fa ad Andrea, tramite un controllo di routine, gli fu diagnosticato la presenza di alcune cisti benigne sul lato sinistro del fegato che negli anni ha sempre tenuto sotto controllo effettuando esami tramite ecografie ed analisi; questo è quanto gli veniva prescritto da un medico specialista in medicina interna.
 
Un anno fa Andrea ha chiesto dei controlli per verificare alcuni valori del fegato che risultavano alterati, ma tutti i medici interpellati lo avevano rassicurato sul fatto che non avesse nulla di grave e solo la sua continua insistenza ha permesso di ottenere un parere chirurgico per le cisti al fegato.
 
Dopo varie analisi approfondite i medici hanno consigliato di procedere con l’asportazione di una ciste che aveva raggiunto dimensioni importanti; purtroppo durante l'intervento avvenuto ad inizio settembre hanno scoperto la presenza di un Colangiocarcinoma, un tumore primitivo raro con la presenza di metastasi al peritoneo ossia alla membrana che costituisce il rivestimento della cavità addominale.
 
In tempi rapidissimi ha sentito diversi oncologici e rispettivi centri, ma la diagnosi è sempre stata di scarse speranze di sopravvivenza, finché ha trovato il centro oncologico del professor Salem di Houston che applica una cura alternativa ed aggressiva utilizzando farmaci presenti sul mercato mondiale, ma applicando tre cure in contemporanea, ossia Chemioterapia, Immunoterapia e Target molecolare.
Queste cure non sono disponibili in Italia, ma Andrea non ha potuto scegliere e malgrado i costi elevati della cura si è trovato a lasciare tutto e partire rapidamente sperando che non sia troppo tardi.
 
Andrea ha gli amici che cercano di supportarlo e la famiglia che lo sostiene facendo ricorso a tutte le proprie disponibilità finanziarie oltre ad altri prestiti chiesti per l’occorrenza, ma le spese negli USA sono molto elevate. Un mese di cure costa 175.000 dollari e ad oggi la permanenza prevista è di circa 3 mesi, senza contare trasferta ed altri costi aggiuntivi, tra cui la permanenza della mamma anziana che lo assiste sul posto.
 
Siamo gli amici di Andrea e abbiamo bisogno del vostro aiuto affinché riesca a ricevere le cure che gli diano una speranza di sopravvivenza.
 
Confidiamo nel vostro sostegno.

Buon giorno a tutti i sostenitori di Andrea volevo presentarmi e darvi alcune informazioni importanti sulla gestione della raccolta, mi chiamo Gianluca Ducci e sono uno degli amici più stretti di Andrea in questo caso rappresento le persone coinvolte attivamente in questa campagna di GoFundMe. Per non gravare di ulteriore incombenze Andrea e la sua famiglia, la raccolta fondi verrà gestita come segue, le donazioni raccolte tramite GoFundMe verranno versate su un conto corrente aperto per l'occasione intestato a me e non utilizzato per altri scopi, da qui periodicamente tramite bonifico verranno girati sul conto corrente dei genitori di Andrea con causale specifica DONAZIONE PER CURE ONCOLOGICHE ANDREA HOUSTON, in modo da rendere i vari passaggi tracciabili.

Per tutti coloro che non hanno possibilità di effettuare donazioni tramite carte credito/debito e google pay, possono versare direttamente sul conto IBAN IT 49 F 03442 16000 0000 22787064 , intestato a DUCCI GIANLUCA


Andrea, a guy like us who faced life trying to solve everyday problems, never exceeding, without pretending anything, woke up one day with a rare disease with an extremely low survival rate. 10 years ago, Andrea, through a routine check, was diagnosed the presence of a few bening cists on the left side of the liver, that were monitored by performing ultrasound examinations and analysis; that’s what had been prescribed by a doctor specialized in internal medicine.

A year ago, Andrea requested monitoring to verify a few values that resulted altered in his liver, but every doctor he reached out to reassured him that there wasn’t any severe situation, only his presistance allowed him to recieve the opinion of a surgeon. After many thorough examinations, the medics recommended to remove a cist that reached allarming size; sadly the surgery revealed the presence of a Cholangiocarcinoma, a rare primary tumor with metastasis in the peritoneum, namely the membrane that constitutes the lining of the abdominal cavity.

We immediately contacted several oncologists and their facilities, but the diagnosis always resulted in a low chances of survival, until we found professor Salem’s oncological center in Houston that applies an aggressive alternative therapy, using widespread medication, but applying 3 treatments at the same time: chemotherapy, immunotherapy and molecular target.
These treatments aren’t avaiable in italy, but Andrea had no choice and despite the high cost he found himself having to leave everything and go, hoping it’s not too late. Andrea’s friends and family try to support him at the best of their financial possibilities other than loans, but the expenses in the USA are very high. One month worth of therapy is roughly 175.000 dollars, and as for now, the stay is estimated to be around 2 to 3 months, without counting all the other secondary costs, such as the permanence of his elderly mother, who assists him there.

We need your help so that  Andrea can recieve the only treatment that gives him a chance to survive that unfortunately the italian health system could not offer him.
  • Anonymous 
    • €5 
    • 2 mos
  • Monica Varisco 
    • €20 
    • 2 mos
  • Elisa Barani 
    • €50 
    • 3 mos
  • Katuscia Ferrari 
    • €10 
    • 3 mos
  • Alessandra Dionisi 
    • €50 
    • 4 mos
See all

Fundraising team: Gli amici (12)

Gianluca Ducci 
Organizer
Province of Latina
Claudio Vittori 
Team member
EMANUELE LAZZARI 
Team member
Franco Abbafati 
Team member
Maddalena Corbi 
Team member
See all