301
301
66

Aiutiamo Jerry pestato per razzismo

€12,409 of €15,000 goal

Raised by 368 people in 6 months

"Le mie mani non funzionano più. I miei piedi non funzionano più"

Jerry ha 29 anni e viene dal Ghana. Faceva il saldatore a Castel Volturno, in provincia di Caserta. “Faceva” perché adesso Jerry non può più lavorare: è paralizzato su una sedia a rotelle, ricoverato nell’unica struttura che gli possa garantire una lunga degenza (e cioè una clinica per malati mentali), dopo essere stato aggredito su un pullman, senza nessun motivo. È stato colpito con un pugno alle spalle, una aggressione senza senso se non a sfondo razziale, come dice il suo avvocato Hillary Sedu.

“Ho chiesto all'autista del pullman di poter scendere e mi sono alzato dal mio posto per far accomodare una signora - racconta Jerry - C'era una persona avanti a me a cui ho chiesto cortesemente di farmi passare per scendere. Lui mi ha mandato a quel paese. Io gli ripetevo ‘Scusa mi fai scendere?'. L'ho ripetuto tre volte senza avere risposta".

Jerry, dopo essere stato insultato con parole razziste, è riuscito a passare ma è stato aggredito alle spalle ed è caduto fuori dal pullman. L'aggressore ha continuato a picchiarlo mentre era a terra e indifeso: oltre la paralisi degli arti inferiori i colpi hanno danneggiato irrimediabilmente anche la mobilità delle braccia e delle mani. “Paraplegia degli arti inferiori e la diparesi degli arti superiori. La predetta diagnosi risulta definitiva” dicono dall'ospedale i medici.

L'aggressore di Jerry, un italiano, è attualmente a piede libero, in attesa di processo.

Adesso Jerry non può fare nessun gesto motorio in autonomia ed ha sempre bisogno di infermieri e medici 24 ore su 24. “È qualcosa di drammatico e intollerabile visto che non c'è mai stato nessun dissidio e non conosce il suo aggressore e non lo ha mai conosciuto" racconta il suo avvocato.

Con questa raccolta fondi vorremmo sostenere le spese mediche, e le continue terapie riabilitative di cui Jerry necessita. Speriamo che in tanti possano rispondere a questo appello. Tutti i soldi saranno destinati a tali spese, che questo ragazzo dovrà affrontare da solo per riprendere in mano la sua vita. Siamo in contatto continuo con lui e con l'avvocato Sedu che sta seguendo il suo caso. Qualora raccogliessimo più della cifra destineremo i fondi all'acquisto di una sedia a rotelle di ultima generazione che possa aiutare Jerry ad affrontare gli ostacoli quotidiani.


Qualche cenno su come sia nata questa raccolta. Vi domanderete chi sono e come io sia arrivata a farmi promotrice di questa richiesta di aiuto per Jerry. Mi chiamo Celestina Morando e ho conosciuto la storia di Jerry dal primo articolo mai pubblicato su di lui. Sono rimasta annichilita da tanta violenza perciò mi sono messa subito in contatto con il suo Avvocato, Hilarry Sedu, per dare la mia completa disponibilità a questa causa e trovare un modo per raccogliere fondi per le ingenti spese mediche e di riabilitazione che Jerry dovrà sostenere. Sono continuamente in contatto sia con Jerry, che ho visto il 1° Novembre a Napoli, che con l'Avv. Sedu. Abbiamo attivato una carta Postepay per Jerry in cui confluiranno tutti i fondi raccolti su Gofundme. La carta è intestata a Henry Jerry Boakye (codice fiscale BKYHRY88A01Z318X, numero carta 5333171025050853).

Ogni euro raccolto sarà destinato esclusivamente alle visite neurochirurgiche, alla fisioterapia, alle cure di riabilitazione e a tutte le spese mediche che Jerry dovrà affrontare da solo nei prossimi mesi. Continueremo ad aggiornare su questa pagina pubblicando notizie di Jerry. Allegheremo anche copia dei futuri bonifici per testimoniare che Jerry è l'unico e solo beneficiario della raccolta.

+ Read More
Oggi sono stata da Jerry: aveva nostalgia di casa, della mamma. Così abbiamo chiamato l'Africa e lui ha parlato a lungo con la mamma, ma anche con il papà e con uno dei fratelli. Poi mi ha raccontato tutto, come stanno tutti quanti e come va il lavoro del papà, che fa l'agricoltore. Non può non fare tenerezza questo ragazzo venuto qui per aiutare la sua famiglia, e finito su una sedia a rotelle, completamente impotente. Anche vederlo trafficare con il telefonino, con quelle sue manine che non riesce a comandare, e faticare per riuscire a pigiare un tasto o reggere l'apparecchio, è triste, terribilmente triste ed ingiusto.
Aiutate Jerry, per favore, anche con pochi euro. Grazie di cuore.
+ Read More
Grande giornata ieri per il nostro Jerry: il suo Avvocato, Hilarry Sedu, lo ha accompagnato da Napoli a Roma, all’Ambasciata del Ghana, per avere finalmente il rilascio del suo passaporto. Quindi, il permesso di soggiorno che la Questura di Napoli gli aveva accordato alcune settimane fa, ora potrà essere formalizzato. Questo gli darà prima di tutto una identità e una sicurezza, mentre finora era praticamente “un invisibile”, e poi la possibilità di accedere a facilitazioni indispensabili nella sua situazione.
Naturalmente Jerry è felicissimo: finalmente ha visto che anche per lui qualcosa si muove. Tutta la sua gratitudine va a Hilarry Sedu che, oltre ad essere il suo Avvocato, come ho avuto modo di dire molte altre volte, lo tratta davvero con grande affetto fraterno. In una delle due foto lo possiamo vedere, l’Avv. Sedu, con Jerry in braccio per spostarlo dall’automobile alla carrozzina: Jerry è fiero della forza del suo Avvocato!
Le fotografie sono state scattate presso l’Ambasciata del Ghana da un altro amico di Jerry, il fotografo Giulio Piscitelli.

Con questa conquista nella sua situazione burocratica, possiamo ora pensare a fare tanto altro per lui: quindi adesso più che mai serve l’aiuto di tutti coloro che pensano che Jerry meriti tutta la nostra vicinanza e il nostro affetto. Dimostriamoglielo, anche con pochi euro, basta un click per una donazione con Gofundme. Grazie a tutti!
+ Read More
Oggi una intera giornata passata con Jerry. Siamo stati raggiunti da Consiglia, la nostra comune amica, ed abbiamo passato davvero delle belle ore insieme. Jerry era particolarmente di buon umore, quindi abbiamo chiacchierato, scherzato e riso molto. Ci ha descritto ad una ad una le caratterialità degli ospiti della struttura, abbiamo fatto progetti per Jerry e la sua famiglia, che lui adora. Lo abbiamo preso in giro per il fatto che è un po’ schizzinoso sul cibo, ma lui cucinava bene, ci ha detto, e quindi la cucina della struttura “gli sta un po’ stretta”. Ci ha dato anche alcune ricette. Abbiamo parlato della sua posizione burocratica, che è quasi definita, per cui potrà iniziare presto nuove visite e terapie. Abbiamo fatto delle telefonate perché Jerry voleva ringraziare alcune persone, e il suo “Grazie assai” è sempre così sincero e così sentito. Pensate che lui si preoccupa per me, perché in questi giorni ho un problema ad una gamba, e mi fa le raccomandazioni perché io mi curi!
Ogni volta che vado a trovarlo, andarmene e lasciarlo lì è davvero difficile. Oggi lui ci diceva: “Ancora dieci minuti”, anche se alla fine era stanco. “Ancora dieci minuti”. Vederlo andare via sulla sua carrozzina, dove sembra così piccolo e indifeso, accompagnato da un infermiere, mette tanta tristezza. Parlandone con Consiglia, ci chiedevamo ancora una volta come riesca, Jerry, a sorridere, ad essere così positivo, nonostante tutto, a non avere brutti pensieri verso nessuno. E’ un grande uomo, Jerry.
La raccolta fondi Gofundme è sempre attiva. Prego tutti di continuare ad aiutare questo dolce, sfortunato ragazzo. Basta un click, e ciascuno di noi può fare qualcosa di veramente importante per Jerry. Grazie.
+ Read More
Il nostro Jerry alle prese con la burocrazia. La prima fotografia è sotto il tribunale di Santa Maria Capua Vetere ancora prima di capire che questa prima udienza sarebbe stata rimandata a fine maggio.
Le ultime due sono di oggi alla Questura di Napoli, dove finalmente si sta finalizzando il suo documento di soggiorno. Lo accompagna uno degli splendidi fisioterapisti di Villa Rachele, Luca, che, come tutto il personale della struttura, non è soltanto un professionista ma soprattutto un amico. La Signora che spinge la carrozzina all’ingresso invece è il bravissimo legale che si occupa delle pratiche relative al permesso di soggiorno.

La raccolta fondi per Jerry con Gofundme è tuttora attiva. Le sue necessità sono molteplici e Vi prego quindi di fare il possibile affinchè la catena di solidarietà che si è creata intorno a Jerry non venga meno. Grazie a tutti coloro che vorranno fare una piccola donazione. Basta un click.
+ Read More
Read a Previous Update

€12,409 of €15,000 goal

Raised by 368 people in 6 months
Your share could be bringing in donations. Sign in to track your impact.
   Connect
We will never post without your permission.
In the future, we'll let you know if your sharing brings in any donations.
We weren't able to connect your Facebook account. Please try again later.
€50
Anonymous
5 days ago
€30
Massimiliano Mauro
7 days ago
MF
€23
Maurizio Forte
7 days ago
GD
€25
Giorgio Delugan
8 days ago
PM
€40
Patrizia Minto
8 days ago
€30
Marika Pennello
13 days ago
AM
€30
Alessandro Motter
14 days ago
MR
€10
Maria Antonietta Rossi
23 days ago
€20
Anonymous
1 month ago
€25
Anonymous
1 month ago
or
Use My Email Address
By continuing, you agree with the GoFundMe
terms and privacy policy
There's an issue with this Campaign Organizer's account. Our team has contacted them with the solution! Please ask them to sign in to GoFundMe and check their account. Return to Campaign

Are you ready for the next step?
Even a €5 donation can help!
Donate Now Not now
Connect on Facebook to keep track of how many donations your share brings.
We will never post on Facebook without your permission.