14k
14k
35

Aiutiamo Calogero

€556,164 of €500,000 goal

Raised by 14,725 people in 2 months
No Longer Accepting Donations
 Share on Facebook
Ciao, siamo le sorelle di Calogero.
Nostro fratello, che oggi ha 27 anni, da quasi due lotta contro un linfoma aggressivo che gli ha fatto interrompere gli studi e tutto quello che potete immaginare può esserci nella vita di un giovane uomo che si prepara al futuro. Da due anni viviamo una situazione che si è fatta ogni giorno più grave. Il Linfoma di cui soffre ha resistito a più linee di terapia, il che significa che la chemioterapia non ha avuto l’effetto che avremmo sperato.
AIUTATECI A SALVARE LA VITA DI CALOGERO.
Studente alla facoltà di Economia, dagli studi sulle strategie di mercato alla poesia, la sua grande passione, non ha mai vacillato in questi due anni in cui ha iniziato la spola tra la Sicilia e Pavia per tentare di sconfiggere il cancro. La sua forza e la sua determinazione sono rinomate tra tutti quelli che lo conoscono, un leone è nella sua copertina Facebook e le parole sono il mezzo con cui tenace chiede alla vita di resistere. 

Oggi l'ultima possibilità di cura è una terapia molto costosa che non è disponibile per lui in Italia.
La Car-T consiste in un complesso procedimento in cui alcune cellule del sistema immunitario vengono prelevate dal paziente, geneticamente modificate in laboratorio per poter riconoscere le cellule tumorali e poi re-infuse nello stesso paziente.
https://www.ail.it/patologie-e-terapie/obiettivo-ricerca/606-le-car-t-prospettive-e-problemi-di-una-nuova-strategia-terapeutica?fbclid=IwAR3pyVtDWNfC2my-SK3ELcTq7K3UzunshqYf1drK9EYlS9elH5aarWkjgmw 

Calogero sta lottando contro il suo male in questo momento per poter accedere alla cura e poterne usufruire all’ estero nel minor tempo possibile. Il costo della terapia è fuori dalla nostra portata, noi e i nostri genitori abbiamo affrontato due anni di sacrifici con tutto il nostro impegno e le nostre possibilità, ma a questo punto abbiamo bisogno di tutti voi. I costi della terapia possono superare i 475 mila dollari.
Cifre che spaventano ma abbiamo grande fiducia che ognuno di voi possa aiutarci!
Il trattamento viene definito rivoluzionario e speriamo che possa essere disponibile in Italia per i pazienti come nostro fratello, che come lui, stanno lottando contro un male oscuro che toglie sogni e possibilità. Ci stiamo muovendo in fretta nella speranza che Calogero sia pronto ad affrontare anche questa cura e che noi siamo in grado di poterla affrontare in termini economici.
CHIEDIAMO IL VOSTRO AIUTO
Vi preghiamo di effettuare la donazione su questo sito e di non avviare iniziative che non possiamo controllare.

Il vostro sostegno ci è di grande conforto.
Ringraziamo tutti voi per la solidarietà e l’affetto che ci state dimostrando a nome nostro e dei nostri genitori.
Con gratitudine immensa
Sandra e Valentina Gliozzo
+ Read More
Ciao a tutti.
Finalmente dopo settimane intense dove non ci siamo fatti mancare niente...riesco personalmente ad aggiornarvi sulla situazione. Ci tenevo ad inviarvi un video, ma sono sicuro che andranno bene anche queste mie parole.
Ho trascorso circa 20 giorni in ospedale perché le mie condizioni sono improvvisamente degenerate.
I medici stavano tentando di diminuire, drasticamente per poter accedere nel più breve tempo possibile alla Car-t, la dose di cortisone che da gennaio stavo assumendo come unica terapia per contrastare l’avanzamento della malattia, un intervento necessario per abbassare il livello di linfociti, un passaggio obbligatorio per la raccolta delle cellule.
Qualche giorno prima della data fissata per la raccolta e quindi per il primo passaggio per la Car-t, la situazione è divenuta insostenibile tanto da rendere necessario un intervento di drenaggio al cuore ed ai polmoni perché la malattia aveva iniziato ad intaccare questi organi.
Successivamente, i medici hanno preso la decisione di iniziare una “terapia di salvataggio”. Per questo motivo mi hanno sottoposto ad una terapia sperimentale. Ho effettuato il primo ciclo e le mie condizioni sono in questo momento migliorate. Sto eseguendo un secondo ciclo e procediamo "a vista". Vi terrò aggiornati, promesso.
Molti di voi sono a conoscenza della donazione da parte della famiglia di Lorenzo.
Valentina, mia sorella in questi giorni ha avuto la possibilità di parlare con loro e io e la mia famiglia che si trova in questo momento insieme a me a Tel Aviv speriamo di poterli incontrare di persona molto presto.
Non ho molte parole per ringraziare questa famiglia per il loro generoso gesto in un momento così complicato, che posso comprendere e per questo vorrei mandare loro il mio più sentito grazie e quello di tutta la mia famiglia.
Avendo raggiunto la cifra necessaria per sostenere le spese mediche di questi mesi riteniamo necessario chiudere la raccolta su Gofundme - Italia.
Ribadisco la mia volontà di destinare eventuali somme eccedenti alla ricerca e a cause simili alla mia.
Ringrazio Elisa, responsabile della piattaforma per la celerità e la serietà con cui ci è stata vicino.
Non ci sono parole per descrivere le emozioni e le sensazioni che in questi mesi mi hanno travolto.
Ringrazio tutti per l'affetto, la vicinanza e il contributo concreto che mi avete donato.
Mi avete dato la possibilità di continuare a sperare e per questo non smetterò di lottare con tutte le mie forze.
Credo che questa sia la dimostrazione di come l'unione faccia la forza.La mobilitazione che si è creata attorno al mio caso, e agli altri come il mio, è un esempio straordinario di umanità che mi fa sperare nel futuro.
Un ringraziamento particolare va a Feras Garabawy per il sostegno e l'aiuto concreto in tutte le delicate fasi affrontate finora, in particolare nella gestione del rapporto con l'ospedale e l'organizzazione logistica.
Vi terrò aggiornati.
GRAZIE dal profondo del mio cuore.
Vi mando un caloroso e fortissimo abbraccio.
Calogero
+ Read More
Buongiorno a tutti,
sono state settimane molto difficili.
La preparazione al trattamento è più lunga del previsto e in questi giorni i familiari di Calogero che si trovano a Tel Aviv insieme a lui hanno concentrato le loro energie per programmare cure e logistiche.
In seguito alla generosa donazione da parte della Famiglia di Lorenzo Farinelli, tutta la famiglia, grata di questo gesto sente di dover ringraziare dal profondo del cuore chi sta alleviando il peso della cura all'estero.
A giorni Calogero spera di poter dare personalmente un suo contributo video così come da sua richiesta.
Grazie di cuore a tutti a nome di Sandra, Valentina e di tutta la famiglia Gliozzo.
+ Read More
Dopo giorni di attesa la decisione della famiglia. Mentre inizialmente sembrava più concreta la via della Francia, Calogero insieme alla sorella Sandra stanno per partire alla volta di Israele. “L’indicazione più di un mese fa all’atto delle dimissioni è stata quella della Car-T. La stessa indicazione fatta a Lorenzo Farinelli, il ragazzo di Ancora che ci ha lasciati qualche giorno fa. Condividiamo il dolore della famiglia e capiamo il calvario che hanno attraversato. Non si può rimanere da soli di fronte ad una scelta così complicata”. Così Sandra Gliozzo, sorella di Calogero poco prima di partire.

Alle 11 di questa mattina il volo da Orio al Serio verso Tel Aviv. La risposta dell’ospedale è giunta nel pomeriggio di domenica 17. “Impensabile trovare facilmente e in maniera celere una struttura nel mondo, adeguata che possa somministrare la cura. Non è solo un problema economico. La burocrazia è raccapricciante. Stiamo lottando contro il tempo. Ad un certo punto abbiamo preso l’unica decisione possibile nonostante le incognite del caso.
Non possiamo più aspettare”.

“Il calvario della malattia non è già abbastanza per una famiglia che si trova di fronte alla diagnosi di cancro in questo stadio. La ricerca disperata in queste ultime settimane, più di quattro ormai, è coincisa con l’interruzione di qualsiasi tipo di cura per Calogero – prosegue la sorella – Questo ha fatto un grosso regalo alla malattia in termini di possibilità e di tempistiche e ha giocato a nostro sfavore nella ricerca di una risposta chiara da parte di qualcuno che ci indicasse una direzione da intraprendere. Ci siamo ritrovati di fronte a relazioni mediche da tradurre, moduli da compilare, richieste da inoltrare, rifiuti da accettare. Un’altalena tra speranza e momenti di rassegnazione che si sono scontrati però con migliaia di messaggi e iniziative a sostegno della causa di Calogero e per i quali non abbiamo parole adeguate di ringraziamento”.

Anche il Professore Roberto Burioni ha lanciato un appello per aiutare Calogero facendo un appello alle Istituzioni e al Ministero della Salute. “Faccio anche notare che non è possibile che una terapia salvavita e di provata efficacia, già disponibile in molti stati, non sia ancora disponibile in Italia – scrive in un post Burioni – Invito il Ministero della Sanità a muoversi perché malati in condizioni disperate non siano più costretti a questi pellegrinaggi per salvarsi la vita. D’ora in poi non ospiterò altre raccolte fondi: il modo per aiutare questi ragazzi è battersi perché siano curati dal sistema sanitario nazionale e non fare ogni volta una colletta. Il diritto alla salute è qualcosa di fondamentale, non possiamo tollerare che lungaggini burocratiche causino la morte di un giovane malato”.

Tutti i medici in Italia che hanno visitato Calogero hanno confermato che Calogero è il paziente adatto alla cura ma nessuna struttura in Italia può effettuare ad oggi questo trattamento e si parla ancora di tempistiche lunghe per l’approvazione del farmaco da parte dell’Aifa. Dopo aver consultato decine di strutture in tutto il mondo Calogero si appresta insieme alla sorella e ad un mediatore culturale che li aiuterà nelle prime settimane, a partire per Tel Aviv. “Non sappiamo esattamente cosa ci aspetta, tutti i contatti utili per noi a Tel Aviv sono ben accetti. Preghiamo tutti di condividere la nostra causa per noi e per tutti coloro i quali stanno lottando come noi affinchè nessuno si ritrovi a vivere tutto questo”. Calogero intanto non perde il sorriso e inviando una foto ad un'amica dice “Siamo pronti”.
Continuiamo a donare per aiutare Calogero.
+ Read More
La caratteristica principale di Calogero è il sorriso.
In questi due anni non l'ha mai perso.
E ha dato la forza a tutti noi di non perdere mai la speranza.
Grazie al vostro aiuto la possibilità di cercare una struttura si è fatta reale. Vogliamo raccontare a tutti cosa è successo in questi giorni, il numero di contatti e mail e richieste e form che abbiamo dovuto compilare. Questo per aiutare anche chi si trova nella stessa situazione. La cosa più importante in questi giorni è stata la rete di umanità che si è attivata. Abbiamo cercato ovunque. Incessantemente giorno e notte.
In diciassette giorni un foglio di dimissioni con un indicazione per l'estero si è trasformato grazie a voi e al vostro aiuto in una possibilità reale e concreta.
In questo momento sono due le strutture all'estero che ci hanno dato una possibilità . La prima risposta arriva da Lione, proprio in queste ore io e Calogero siamo in Francia, partiti ieri sera da Pavia, in auto con un operatore messo a disposizione dall'Associazione Time4life International. L'altra risposta è arrivata nelle stesse ore da Tel Aviv.
Dopo vari tentativi, mail, richieste e rifiuti siamo ad un momento cruciale della nostra lotta. Sono ore fondamentali. Attendiamo l’esito e il preventivo definitivo da entrambi i centri ma noi siamo pronti a partire domani stesso. Non abbiamo tempo e soprattutto non possiamo fermarci adesso. Sappiamo che state continuando ad organizzare iniziative e a sostenerci. Continuiamo a chiedere il vostro sostegno e il vostro aiuto.
Con immensa gratitudine per tutto questo.
Sandra Gliozzo
+ Read More
Read a Previous Update

€556,164 of €500,000 goal

Raised by 14,725 people in 2 months
No Longer Accepting Donations
 Share on Facebook
Your share could be bringing in donations. Sign in to track your impact.
   Connect
We will never post without your permission.
In the future, we'll let you know if your sharing brings in any donations.
We weren't able to connect your Facebook account. Please try again later.
€10
Anonymous
28 days ago
MC
€50
Martina Cimarelli
28 days ago
€30
Anonymous
28 days ago
BM
€50
Benedetta Morichetti
28 days ago
CA
€5
Chiara Amato
28 days ago
AB
€10
Alessandro Berti
28 days ago
IM
€30
Irene Manicone
28 days ago
€50
Anonymous
28 days ago
SZ
€10
silvia zanatta
29 days ago
€10
Anonymous
29 days ago
or
Use My Email Address
By continuing, you agree with the GoFundMe
terms and privacy policy
There's an issue with this Campaign Organizer's account. Our team has contacted them with the solution! Please ask them to sign in to GoFundMe and check their account. Return to Campaign

Are you ready for the next step?
Even a €5 donation can help!
Donate Now Not now
Connect on Facebook to keep track of how many donations your share brings.
We will never post on Facebook without your permission.