Support Agripunk! Adopt Agripunk!

€22,420 of €48,000 goal

Raised by 416 people in 15 months
AGGIORNAMENTO SETTEMBRE 2018:
Dobbiamo tirare su almeno 12.000 euro prima di novembre e da novembre trovare altri 12.000 euro entro maggio 2019 per "le Suzzara", per Matilde, per le pecore e le capre, per Giorgina e per tutti quelli il quale spirito aleggia ancora in questa valle.
Leggi perchè abbiamo bisogno del tuo aiuto:
A volte sembra passata una vita, a volte pochi giorni.
In verità sono passati 3 anni da quell'agosto 2015 in cui ci contattarono per mettere in salvo 8 mucche.
Non riuscimmo ad arrivare in tempo per le 2 mucchine andate a terra, ma riuscimmo a mettere in salvo 6 mucche e 2 vitelli.
Cosa accadde?
Un allevatore, scoperto poi essere un pezzo grosso dell'Unipeg di Pegognaga (infinocchiato poi dall'Inalca) rilevò una stalla a Suzzara da un altro allevatore fallito.
Al momento del rilevamento della stalla con l'asl scoprirono 8 mucche con marche auricolari contraffatte, ossia di animali risultanti già morti, oltre ad una fossa comune dietro alla stalla piena di cadaveri. La moglie dell'allevatore rilevante segnalò la cosa ad una associazione che ci contatto per chiederci se potevamo accogliere queste mucche e, soprattutto, come avremo potuto farle uscire da lì.
Accettammo la sfida e come prima fase andammo all'asl nostra per aprire il codice stalla per i bovini e facemmo la relativa scia ed ex dia al comune rifiutandoci di segnare questo posto come allevamento, rifiutandoci di dichiarare qualsiasi produzione anche se fasulla, rifiutandoci di essere considerati come un'azienda, depositando lo statuto come documentazione.
Dopo questo, tornammo all'asl per la procedura che avrebbe portato le 6 mucche qui da noi.
Fu una dura battaglia perchè animali in queste condizioni (mancata tracciabilità e mancanza di documenti) possono solamente essere abbattuti.
Noi potevamo dare loro nuovi documenti, ma dando loro nuovi documenti regolari finalizzati alla produzione di alimenti, le avremmo probabilmente condannate a poter essere riassorbite in azienda.
Ci siamo battuti quindi perchè fossero fatti nuovi documenti e passaporti a queste mucche come animali "non destinati alla produzione di alimenti" (NON DPA) come accade per i cavalli che sono destinati al mantenimento a vita o alle attività sportive.
E chiedemmo che questo valesse anche per gli eventuali figli che sarebbero nati e anche per tutti gli animali che già erano nel rifugio oltre che per tutti gli animali che sarebbero entrati da quel giorno.
E ci riuscimmo!
Quelle mucche erano doppiamente salve perchè, in quanto NON DPA, non sussisteva più la condizione che le avrebbe condannate ne alla macellazione, ne all'abbattimento e relativo smaltimento.
Aspettammo quindi con ansia che l'asl del posto accettasse la cosa e ingoiasse il boccone amaro... e ce l'han fatta pagare, eccome!
Gli animali furono lasciati senza cibo e acqua per ripicca, ci si organizzò con persone solidali che andavano a monitorarle e a sfamarle quasi di nascosto.
Fino al giorno della loro partenza a fine settembre.
Non venivano più tutte da noi, nel frattempo alcune cose erano cambiate e la mandria fu divisa.
Da noi ad Agripunk arrivarono in 3 il 29 settembre: Polz con la gola lacerata dalle catene e le caviglie con i segni delle corde, Verdena incazzatissima, Io dallo sguardo perso.
Polz ebbe il dono di questo nome perchè è il nome della persona, che allora faceva parte della rete, che ci aggiornava su tutto, che ci mandava le foto, che andava a controllare, che ha dato anima e corpo per salvare quelle mucche.
Fu la prima a scendere dal camion la Polz.
In verità fu la seconda perchè la prima a scendere dal camion fu Lilith, scesa ad Ippoasi.
Polz scese, andò a bere e ci caricò fino a quando non furono scese anche le altre 2 mucche. Poi si annusarono, si leccarono, si resero conto che qualunque fosse il loro nuovo destino erano comunque insieme, di nuovo, almeno loro 3.
I primi giorni furono un lavoro sulla fiducia, sul cambio di alimentazione, sul monitoraggio delle ferite.
Molte cose accaddero poi, quando furono libere di andare nel bosco.
Io partorì prematuramente e il suo vitellino Siria morì tra le nostre braccia, dopo alcuni mesi partorì Polz e Stella, il suo vitellino, ancora adesso dopo più di 2 anni e mezzo, prende il goccino di latte per merenda anche se ha superato la madre in altezza, arrivò Scilla dopo un anno che si legò immediatamente a loro creando una mandria armoniosa e tenendo testa all'irruenza di quel vitello nato libero e cresciuto tra i boschi insieme a caprioli e cinghiali e ricordandosi quella spensieratezza che le mille vicissitudini che hanno segnato il suo passato avevano tentato di annientare.
Insieme abbiamo instaurato un rapporto di fiducia e complicità, di comprensione e condivisione.
3 anni sono passati e fin'ora poche volte abbiamo chiesto aiuto per loro.
Ora ve lo chiediamo perchè sono passati 3 anni e dopo l'aiuto per il trasporto e per le spese iniziali, non ci sono arrivati altri aiuti per queste mucchine se non dalle poche e dai pochi che da sempre ci sostengono.
Siamo ancora molto in arretrato con l'affitto, arretrati che ammontano a 6 mesi ossia 12.000 euro.
Con la raccolta fondi per il fieno e per Matilde dovevamo prendere la scorta di fieno per tutto l'anno, invece ci sono arrivate pressioni per pagare l'affitto a riscatto quindi abbiamo potuto prendere 11 rotoballe (440 euro) e con i 1.500 euro raccolti abbiamo dovuto pagare l'affitto.
Grazie ad un'altra donazione molto generosa siamo quindi riusciti a pagare ora a settembre ben 2 mesi insieme: febbraio e marzo...
Dall'anno scorso, quando ci avevano minacciato di sfratto, siamo riusciti ad evitare che la minaccia si concretizzasse grazie al crowdfunding che ci ha permesso, fino ad aprile, di ridurre il debito fino a pochi mesi. Poi però si è tutto fermato e il debito si è riallungato di nuovo a 6 mesi.
Se non avessimo avuto queste entrate provvidenziali di settembre, non avremmo potuto dare 2 mesi di affitto e il pensiero che comunque non siamo ancora alla pari ci fa vivere con l'angoscia perchè appena non versiamo le mensilità, potrebbero di nuovo minacciarci.
Noi ce la stiamo mettendo tutta, abbiamo rifatto una cucina nuova per gli eventi e le autoproduzioni, stiamo risistemando il salone per bene, stiamo allestendo gli spazi per il laboratorio di serigrafia, stiamo costruendo il forno a legna per autoprodurci il pane e per fare pizzate di autofinanziamento, vogliamo fare un gas, vogliamo fare mercatini periodici qui e partecipare ai mercati in giro. Coltiviamo piantine e collezioniamo semi che diffondiamo ai banchini e agli eventi e vogliamo diffonderne anche i frutti quindi amplieremo anche la zona coltivabile insomma... stiamo lavorando per costruire qualcosa di grande e per ora possiamo farlo solo grazie alle vostre donazioni e alla vostra partecipazione ai nostri eventi ed attività!
Da soli ancora non ce la facciamo ad avere una cavolo di indipendenza economica perchè tutto finisce nell'affitto, che vi ricordiamo è una sorta di mutuo perchè noi questo posto lo vogliamo prendere, vogliamo sia libero per sempre.
Da un anno ormai, tra l'altro, ci sentiamo frustatissimi perchè a causa di questa situazione non possiamo accogliere nuovi animali, soprattutto grandi ed impegnativi come i bovini, anche se lo spazio c'è per almeno altri 10, minimo.
Ma siamo imbrigliati in questa situazione... pensavamo di avere più aiuti per le mucchine, abbiamo sbagliato i conti... ma allora erano in una situazione per la quale non potevamo tirarci indietro, non potevamo arrenderci anche perchè solo con la nostra fantastica facciadaculo avremmo potuto sbloccare la situazione.
Con le istituzioni non si dialoga, ci si litiga!
Soprattutto quando le loro regole e le loro leggi sono sbagliate e discriminanti, tanto da condannare a morte qualcun*.
Ok, finiamo sto pippone chiedendovi aiuto, di nuovo, per risollevarci e continuare a fare quello che ci riesce meglio... essere complici e solidali con chi riesce a sfuggire dalle grinfie del sistema!
Dobbiamo tirare su almeno 12.000 euro prima di novembre e poi da novembre dobbiamo rimboccarci le maniche per tirarne su altri 12.000 prima di maggio 2019 per le Suzzara, per Matilde, per le pecore e le capre, per Giorgina e per tutti quelli il quale spirito aleggia ancora in questa valle.
Vi preghiamo di aiutarci!
Grazie! 

AGGIORNAMENTO DI MARZO 2018:
Tra pochi mesi è maggio, stiamo riuscendo a rinviare lo sfratto da un anno ormai. Ma a maggio c'è una nuova scadenza (altri 6 mesi ossia 12.000 euro da dare) e fin'ora siamo riusciti a dare gli arretrati fino a novembre, quindi siamo in ritardo per dare i 12.000 euro del semestre in corso. In più ci son state emergenze per l'acqua questa estate e per il fieno ora. Siamo allo stremo delle forze fisiche e mentali. Con questa raccolta fondi dovevamo riuscire a metterci in pari a novembre, così non è stato. Abbiamo gli ultimi mesi, stavolta davvero gli ultimi mesi, per tirare su questi 16.000 euro che mancano per concludere questa raccolta fondi e per tirare su gli altri 8.000 euro che in maggio si accumuleranno. Non sappiamo ancora per quanto riusciremo a resistere con il fiato sul collo dell'avvocato ogni mese e le minacce di sfratto. E' davvero dura. Ci stiamo ammalando, fisicamente e psicologicamente. Diamo ogni minuto della nostra esistenza a questo posto e a chi ci abita. Pensare di dover trovare un altro posto e di dover traslocare tutti ci fa impazzire. Aiutateci... non ce la facciamo più.

*****************
AGGIORNAMENTO DI NOVEMBRE:
Ciao amiche e amici, purtroppo abbiamo notato che la raccolta fondi ha avuto una bella frenata.
Vogliamo ringraziare tutte e tutti voi che ci avete aiutato fin'ora, però ancora non basta...
Abbiamo l'urgenza di raggiungere l'obbiettivo di 36.000 euro perchè da agosto siamo di nuovo in debito con l'affitto a riscatto, abbiamo bisogno di raggiungere questo obbiettivo perchè dobbiamo saldare 4 mesi arretrati e dobbiamo saldare i prossimi 6 mesi anticipati per evitare lo sfratto e stare tranquilli e lavorare fino a maggio.
Il nostro appello è davvero urgente, se non raccogliamo questi soldi entro gennaio 2018 rischiamo seriamente lo sfratto.
In caso accada questo saremo costretti a cercare un altro posto per noi e per tutti gli animali, ed è un'impresa davvero dura per vari motivi... sarà difficile trovare un posto adatto che sappiamo già non potrà mai essere grande e bello come questo. Dovremmo tutt* affrontare un difficle trasloco e gli animali si dovrebbero adattare a vivere in uno spazio limitato invece che essere liberi come ora di girellare per i boschi come sarebbe la loro vera natura e come sono abituati a vivere ora.
Inoltre questo posto se noi ce ne andiamo, tornerebbe molto probabilmente ad essere quello che era prima, ossia un allevamento di tacchini, cosa che vanificherebbe tutti gli sforzi fatti in questi 5 anni.
Noi amiamo questo posto, gli animali lo amano.
Qui loro sono felici e sappiamo che per loro un trasloco non sarebbe l'ideale, sarebbero davvero tristi a lasciare quella che fin'ora è stata la loro casa.
Per favore, aiutateci ad evitare tutto questo!
Continuate a donare oppure donate qualcosa se ancora non lo avete fatto.
Dal vostro aiuto dipende la più importante causa della nostra vita.
Una volta superata questa emergenza potrai continuare a sostenerci con un piccolo aiuto mensile su www.teaming.net/agripunk
******************
UPDATE OF NOVEMBER:
Hello our friends!
We noticed that the foundraising has stopped...
Thanks to all who partecipated to our crowdfunding donating money, but we still need to meet the target since we are still in debt with the landlord and we need to pay 20.000 euro: 4 months rent-to-buy arrears and 6 months rent-to-buy uffront for stay serene until may and for work!
Our appeal is very urgent, if we don't collect the money we need by january 2018, we are going to be avicted.
In case of eviction we're going to have to find another place for us and all the animals.
It will be very difficult to do so and we know that it will never be a estate as big and beaty as this one so the animals could end up living in a fenced up space, rather than to be free to run around in the forest as they're able to do right now.
Furthermore since this estate used to be used as an intensive turckey farm, could return to work as such. Throwing in the wind 5 years of struggle.
We love this place, in our sanctuary all the animals are extra loved and here they're all very happy.
We know they'd be are really sad to live this place.
So, please help us with continuing to donate and donate if you have not done so yet and with avoiding an evenctual eviction to happen in the near feature.
Thank you very much.
When the emergency is over, you can continue to support us monthly by subscribing to our Teaming group www.teaming.net/agripunk

****************
AGGIORNAMENTO AGOSTO:
E’ ancora attiva la nostra campagna di raccolta fondi #supportAgripunk su Gofundme!

Con i soldi fin’ora raccolti siamo riusciti a:
- saldare 6 mesi di affitto a riscatto arretrato riuscendo a rimandare la minaccia di sfratto (mancano altri 4 mesi da dare entro novembre più l’affitto da novembre in poi);
- pagare conti sospesi con i rivenditori di frutta e verdura per gli animali (il recupero al mercato da solo non basta e nuovi conti si accumulano);
- passare indenni la siccità di questa estate che ha causato e sta causando l’abbassamento del livello di falda acquistando 4 cisterne da 15.000 metri cubi d’acqua e ripristinando nel frattempo il 3° pozzo acquistando una nuova pompa che porta acqua alla cisterna;
- fare nuove magliette, felpe e gadget vari per i banchini di raccolta fondi che saranno presto pronte;
- non far mancare nulla agli animali che abitano con noi;
- accogliere volontari da ogni parte del mondo!

Vi chiedo quindi di continuare a supportarci, anche con una piccola donazione, perchè se non riusciamo ad inviare altri soldini, la minaccia di sfratto tornerà ad soffiarci sul collo!

Anche la sola condivisione fa molto e ricordo che l’aiuto nelle gestione dei social, le condivisioni, la creazione di gruppi di supporto, l’aiuto fisico anche solo per una settimana possono aiutarci tantissimo essendo rimasti ora in 2 belve umane ad abitare qui stabilmente.

Vi ringrazio sin d’ora per qualsiasi tipo di aiuto vogliate darci.
***
UPDATE OF AUGUST:
It is still active our #supportAgripunk fundraising campaign on Gofundme!

With the money we have collected so far, we managed to:
- pay 6 months for arrears to be reimbursed by delaying the eviction threat (there are no further 4 months to be given by November than the rent from November onwards);
- pay suspended accounts with retailers of fruit and vegetables for animals (recovery on the market alone is not enough and new accounts accumulate);
- go dry this summer's drought that has caused and is causing the landing level to fall by purchasing 4 15,000 cubic meters of water tank and restoring the 3rd well in the meantime by purchasing a new pump that draws water to the tank;
- make new t-shirts, sweatshirts and various gadgets for fundraising banks that will soon be ready;
- do not miss anything with the animals that live with us;
- welcome volunteers from all over the world!

So I ask you to continue to support us, even with a small donation, because if we can not send more money, the threat of eviction will blow back on us!

Even the sharing alone makes a lot of it and I remember that helping in social management, sharing, creating support groups, and even physical support for just a week can help us so much now that we are now in 2 human beings to stay here permanently .
****
Thank you for any help you want to give us.
We are now to renew our #supportAgripunk fund raising campaign to all individuals, collective, groups and associations that follow us and who like what we doing here.
We ask you to help us all with a financial support by adopting the pasture and supporting Agripunk with a donation!
Many animals were helped here, others were released into the wild, many have been recovered from difficult conditions. Some have left us after living in freedom and have to rest in peace.
And many more need to come here to become free!!!

The 36.000 euro goal is the full economics support for one year.
We have until June 30 to raise money!

<< . . .here is a place for animals that have been released but also for wildlife, animals and plants.
There are wild boars, roe deer, countryside birds and migratory birds, secular trees and Mediterranean scrubs. Here they have a safe place with water, food and a forest to live wild. >> (A) friend.

AGRIPUNK ONLUS
IBAN IT32W0359901899050188529829
BIC CCRTIT2TXXX

Make Donations with PayPal

#supportAgripunk


FACEBOOK EVENT

Agripunk.it Facebook Page

Agripunk Blog - Support Agripunk! How to do

Follow this campaign on Facebook !!

Siamo qui per rinnovare la nostra campagna di raccolta fondi #supportAgripunk a tutti gli individui, collettivi, gruppi e associazioni che ci seguono e che amano ciò che facciamo qui.
Vi chiediamo di aiutarci tutti con un sostegno finanziario adottando il pascolo e sostenendo Agripunk con una donazione!
Molti animali sono stati aiutati qui, altri sono stati liberati in natura, molti sono stati recuperati da condizioni difficili. Alcuni ci hanno lasciato dopo aver vissuto in libertà e devono riposare in pace.
E molti altri devono venire qui per diventare liberi !!!

L'obiettivo di 36.000 euro è il supporto economico completo per un anno.
Abbiamo fino al 30 giugno per raccogliere i soldi!

<<. . .è un posto per gli animali che sono stati liberati ma anche per la flora selvatica e gli animali selvatici.
Ci sono cinghiali, caprioli, uccelli di campagna e uccelli migratori, alberi secolari e macchia mediterranea. Qui hanno un posto sicuro con acqua, cibo e una foresta per vivere selvaggiamente. >> (A)mico.

AGRIPUNK ONLUS
IBAN IT32W0359901899050188529829
BIC CCRTIT2TXXX

Segui la campagna su Facebook  !!

Fai una donazione con PayPal









+ Read More
AGGIORNAMENTO SETTEMBRE 2018:
Dobbiamo tirare su almeno 12.000 euro prima di novembre e da novembre trovare altri 12.000 euro entro maggio 2019 per "le Suzzara", per Matilde, per le pecore e le capre, per Giorgina e per tutti quelli il quale spirito aleggia ancora in questa valle.
Leggi perchè abbiamo bisogno del tuo aiuto:
A volte sembra passata una vita, a volte pochi giorni.
In verità sono passati 3 anni da quell'agosto 2015 in cui ci contattarono per mettere in salvo 8 mucche.
Non riuscimmo ad arrivare in tempo per le 2 mucchine andate a terra, ma riuscimmo a mettere in salvo 6 mucche e 2 vitelli.
Cosa accadde?
Un allevatore, scoperto poi essere un pezzo grosso dell'Unipeg di Pegognaga (infinocchiato poi dall'Inalca) rilevò una stalla a Suzzara da un altro allevatore fallito.
Al momento del rilevamento della stalla con l'asl scoprirono 8 mucche con marche auricolari contraffatte, ossia di animali risultanti già morti, oltre ad una fossa comune dietro alla stalla piena di cadaveri. La moglie dell'allevatore rilevante segnalò la cosa ad una associazione che ci contatto per chiederci se potevamo accogliere queste mucche e, soprattutto, come avremo potuto farle uscire da lì.
Accettammo la sfida e fu una dura battaglia perchè animali in queste condizioni (mancata tracciabilità e mancanza di documenti) possono solamente essere abbattuti.
Ci siamo battuti quindi perchè fossero fatti nuovi documenti e passaporti a queste mucche come animali "non destinati alla produzione di alimenti" (NON DPA) come accade per i cavalli che sono destinati al mantenimento a vita o alle attività sportive.
E chiedemmo che questo valesse anche per gli eventuali figli che sarebbero nati e anche per tutti gli animali che già erano nel rifugio oltre che per tutti gli animali che sarebbero entrati da quel giorno.
E ci riuscimmo!
Quelle mucche erano doppiamente salve perchè, in quanto NON DPA, non sussisteva più la condizione che le avrebbe condannate ne alla macellazione, ne all'abbattimento e relativo smaltimento.
Da noi ad Agripunk arrivarono in 3 il 29 settembre: Polz con la gola lacerata dalle catene e le caviglie con i segni delle corde, Verdena incazzatissima, Io dallo sguardo perso.
Polz ebbe il dono di questo nome perchè è il nome della persona, che allora faceva parte della rete, che ci aggiornava su tutto, che ci mandava le foto, che andava a controllare, che ha dato anima e corpo per salvare quelle mucche.
Fu la prima a scendere dal camion la Polz.
In verità fu la seconda perchè la prima a scendere dal camion fu Lilith, scesa ad Ippoasi.
Polz scese, andò a bere e ci caricò fino a quando non furono scese anche le altre 2 mucche. Poi si annusarono, si leccarono, si resero conto che qualunque fosse il loro nuovo destino erano comunque insieme, di nuovo, almeno loro 3.
I primi giorni furono un lavoro sulla fiducia, sul cambio di alimentazione, sul monitoraggio delle ferite.
Molte cose accaddero poi, quando furono libere di andare nel bosco.
Io partorì prematuramente e il suo vitellino Siria morì tra le nostre braccia, dopo alcuni mesi partorì Polz e Stella, il suo vitellino, ancora adesso dopo più di 2 anni e mezzo, prende il goccino di latte per merenda anche se ha superato la madre in altezza, arrivò Scilla dopo un anno che si legò immediatamente a loro creando una mandria armoniosa e tenendo testa all'irruenza di quel vitello nato libero e cresciuto tra i boschi insieme a caprioli e cinghiali e ricordandosi quella spensieratezza che le mille vicissitudini che hanno segnato il suo passato avevano tentato di annientare.
Insieme abbiamo instaurato un rapporto di fiducia e complicità, di comprensione e condivisione.
3 anni sono passati e fin'ora poche volte abbiamo chiesto aiuto per loro.
Ora ve lo chiediamo perchè sono passati 3 anni e dopo l'aiuto per il trasporto e per le spese iniziali, non ci sono arrivati altri aiuti per queste mucchine se non dalle poche e dai pochi che da sempre ci sostengono.
Siamo ancora molto in arretrato con l'affitto, arretrati che ammontano a 6 mesi ossia 12.000 euro.
Con la raccolta fondi per il fieno e per Matilde dovevamo prendere la scorta di fieno per tutto l'anno, invece ci sono arrivate pressioni per pagare l'affitto a riscatto quindi abbiamo potuto prendere 11 rotoballe (440 euro) e con i 1.500 euro raccolti abbiamo dovuto pagare l'affitto.
Grazie ad un'altra donazione molto generosa siamo quindi riusciti a pagare ora a settembre ben 2 mesi insieme: febbraio e marzo...
Dall'anno scorso, quando ci avevano minacciato di sfratto, siamo riusciti ad evitare che la minaccia si concretizzasse grazie al crowdfunding che ci ha permesso, fino ad aprile, di ridurre il debito fino a pochi mesi. Poi però si è tutto fermato e il debito si è riallungato di nuovo a 6 mesi.
Se non avessimo avuto queste entrate provvidenziali di settembre, non avremmo potuto dare 2 mesi di affitto e il pensiero che comunque non siamo ancora alla pari ci fa vivere con l'angoscia perchè appena non versiamo le mensilità, potrebbero di nuovo minacciarci.
Noi ce la stiamo mettendo tutta, stiamo lavorando per costruire qualcosa di grande e per ora possiamo farlo solo grazie alle vostre donazioni e alla vostra partecipazione ai nostri eventi ed attività!
Da soli ancora non ce la facciamo ad avere una cavolo di indipendenza economica perchè tutto finisce nell'affitto, che vi ricordiamo è una sorta di mutuo perchè noi questo posto lo vogliamo prendere, vogliamo sia libero per sempre.
Da un anno ormai, tra l'altro, ci sentiamo frustatissimi perchè a causa di questa situazione non possiamo accogliere nuovi animali, soprattutto grandi ed impegnativi come i bovini, anche se lo spazio c'è per almeno altri 10, minimo.
Ok, finiamo sto pippone chiedendovi aiuto, di nuovo, per risollevarci e continuare a fare quello che ci riesce meglio... essere complici e solidali con chi riesce a sfuggire dalle grinfie del sistema!
Dobbiamo tirare su almeno 12.000 euro prima di novembre e poi da novembre dobbiamo rimboccarci le maniche per tirarne su altri 12.000 prima di maggio 2019 per le Suzzara, per Matilde, per le pecore e le capre, per Giorgina e per tutti quelli il quale spirito aleggia ancora in questa valle.
Vi preghiamo di aiutarci!
Grazie!
+ Read More
Tra pochi mesi è maggio, stiamo riuscendo a rinviare lo sfratto da un anno ormai. Ma a maggio c'è una nuova scadenza (altri 6 mesi ossia 12.000 euro da dare) e fin'ora siamo riusciti a dare gli arretrati fino a novembre, quindi siamo in ritardo per dare i 12.000 euro del semestre in corso. In più ci son state emergenze per l'acqua questa estate e per il fieno ora. Siamo allo stremo delle forze fisiche e mentali. Con questa raccolta fondi dovevamo riuscire a metterci in pari a novembre, così non è stato. Abbiamo gli ultimi mesi, stavolta davvero gli ultimi mesi, per tirare su questi 16.000 euro che mancano per concludere questa raccolta fondi e per tirare su gli altri 8.000 euro che in maggio si accumuleranno. Non sappiamo ancora per quanto riusciremo a resistere con il fiato sul collo dell'avvocato ogni mese e le minacce di sfratto. E' davvero dura. Ci stiamo ammalando, fisicamente e psicologicamente. Diamo ogni minuto della nostra esistenza a questo posto e a chi ci abita. Pensare di dover trovare un altro posto e di dover traslocare tutti ci fa impazzire. Aiutateci... non ce la facciamo più.
+ Read More
Support Agripunk! Adopt Agripunk! has reached 50% of its goal. Thanks to all, Stands and Aperibenefit. Help us again and more so we get 100%!!!
+ Read More
Quest’inverno, regalate resistenza!
L’inverno è prepotentemente arrivato e le belve hanno bisogno di un aiutino in più perchè con ghiaccio e neve il pascolo non è sempre sufficiente a soddisfare i loro bisogni.
Inoltre sono tutte molto preoccupate perchè sanno che il 2018 si avvicina e i loro amici bipedi non sono ancora riusciti a saldare tutti i debiti che hanno fatto per non far mancare loro mai nulla oltre al debito per l’affitto a riscatto/acquisto del podere che di fatto è la loro amata casa.
Per non sentirsi in colpa, le belve quindi hanno deciso di chiedervi dei “regali” per aiutare loro e chi ogni giorno, 24 ore su 24 si prende cura di loro sfamandole, accompagnandole nel bosco, curandole se stanno male e rispettandole come compagne di vita.
Cosa puoi regalare?
Puoi regalare 1 sacco di semi per i piccioni con 10 euro;
1 sacco di semi per i polli o 3 sacchi di pasta per Pablo con 15 euro;
1 sacco di fioccato per i maiali con 20 euro;
cibo per i conigli (fioccati e verdure) con 25 euro;
una rotoballa di fieno per gli erbivori con 50 euro;
una settimana di frutta e verdura per i maiali e per i maialini con 100 euro;
il fieno per tutt* per un mese con 500 euro;
il cibo per tutt* per un mese con 1000 euro e
un mese di affitto a riscatto, per comprare e liberare per sempre questo posto, con 2000 euro.
Puoi fare tu direttamente alle belve uno di questi regali oppure “regalare il regalo” a chi tieni di più!
Puoi donare tramite https://www.paypal.me/AGRIPUNKONLUS oppure su https://www.gofundme.com/supportAgr...
Puoi anche regalare e far regalare l’adozione di un ettaro di pascolo!
Puoi adottare 1000 mq di pascolo con 10 euro al mese oppure per un anno intero con una donazione di 120 euro all’anno
oppure adottare un ettaro intero (10000 mq) anche in gruppo con 100 euro al mese oppure con una donazione di 1200 euro per un intero anno usando questo link https://www.facebook.com/commerce/p...
Qualsiasi sia il tuo regalo scelto, riceverai, o potrai far ricevere a chi fai il regalo, una mail speciale di ringraziamento da parte di tutt* noi!
Vi ricordiamo che non siamo un’azienda agricola, non siamo un allevamento e tantomeno una fattoria didattica. Non traiamo alcun profitto dagli animali ne lavoriamo con loro bensì lavoriamo per loro, per la loro felicità. Un animale non basta salvarlo o liberarlo, necessita di impegno costante giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno.
L’industria alimentare e dello sfruttamento ci ha abituati ad animali che vivono poco quando invece, salvo l’insorgere di patologie oppure a causa di problemi genetici o le precedenti condizioni di sfruttamento, sono animali che vivono una vita lunga (tra i 20 e i 30 anni in media) quindi, il contributo una tantum è prezioso però è fondamentale un aiuto costante a tutti questi posti che si impegnano a mantenere gli animali liberati per sempre.
Il nostro è un progetto ambizioso, lo sappiamo, e impegnativo però vedere la felicità degli animali liberi di scorrazzare nel bosco non ha prezzo e non ha limiti come non avrebbe limiti il dolore di lasciare questa terra di nuovo in mano agli speculatori edilizi, agli allevatori o all’agricoltura intensiva.
Aiutateci a resistere!
Le belve tutte che abitano ad Agripunk
+ Read More
Read a Previous Update
Be the first to leave a comment on this campaign.

€22,420 of €48,000 goal

Raised by 416 people in 15 months
Created May 31, 2017
Your share could be bringing in donations. Sign in to track your impact.
   Connect
We will never post without your permission.
In the future, we'll let you know if your sharing brings in any donations.
We weren't able to connect your Facebook account. Please try again later.
€25
Anonymous
18 hours ago
1
1
AD
€50
Angela Dionisio
20 hours ago
1
1

Sempre con voi. E con Loro ♥

AS
€50
Anna Spina
1 month ago
1
1

Per il mio mezzo secolo ! Grazie ad Ale e Domenico e a tutti gli altri amic

€50
Anonymous
1 month ago
1
1
Be the first to leave a comment on this campaign.
or
Use My Email Address
By continuing, you agree with the GoFundMe
terms and privacy policy
There's an issue with this Campaign Organizer's account. Our team has contacted them with the solution! Please ask them to sign in to GoFundMe and check their account. Return to Campaign

Are you ready for the next step?
Even a €5 donation can help!
Donate Now Not now
Connect on Facebook to keep track of how many donations your share brings.
We will never post on Facebook without your permission.