Progetto Spartacus. Insieme contro il caporalato

Bah Moddo e Bobb Kebba sono arrivati in Italia come migliaia di altri migranti su uno dei barconi diretti in Europa.
Del viaggio attraverso il Canale di Sicilia nessuno dei due vuole parlare così come della drammatica esperienza vissuta in seguito presso la tendopoli di San Ferdinando, punto di arrivo del loro lungo viaggio.
La loro storia non sarebbe diversa dalle migliaia di altre che si possono ascoltare nelle campagne del sud della Calabria se non fossero stati i primi a uscire da quella triste situazione per andare a vivere in una casa regolarmente affittata.
Bah e Bobb sono stati tirati fuori dalla tendopoli in cui vivevano grazie a un progetto denominato Spartacus, come lo schiavo che capeggiò la rivolta contro Roma ai tempi dell’impero.

 
IL PROGETTO SPARTACUS
 
Spartacus nasce dalla collaborazione tra le associazioni Chico Mendes, International House e NO CAP, con l’obiettivo di fornire un concreto aiuto ai lavoratori sfruttati di Rosarno e della piana di Gioia Tauro, costruendo in primis filiere alternative ed eque per i prodotti delle imprese locali virtuose e una rete nazionale di imprese, eticamente orientate, che possano assumere le persone che vivono nelle baraccopoli.
Nel periodo di raccolta di arance e mandarini, nella piana di Gioia Tauro si riversano migliaia di braccianti stranieri disposti a lavorare per pochi euro al giorno, costretti a vivere in baraccopoli e tendopoli, nel degrado assoluto, senza acqua corrente, elettricità e senza alcuna sicurezza. Gli immigrati sono solo l’ultimo anello di una lunga catena di sfruttamento: non solo per la presenza del caporalato e l’assenza delle istituzioni, ma per la politica di prezzo della Grande Distribuzione Organizzata, che acquista agrumi a 8-10 centesimi al kg.
 
 
RISULTATI
 
Nella prima fase del progetto è stato creato un database con i dati di 150 immigrati africani che vivono nelle baraccopoli e un database di 100 imprese sensibili e solidali in tutta Italia. Ciò ha permesso di fare assumere regolarmente un numero considerevole di ragazzi che hanno così beneficiato di percorsi di formazione, di un’abitazione stabile e sono stati aiutati negli iter amministrativi per l’ottenimento del permesso di soggiorno.
 
Alcuni numeri:
 
1) 64 migranti inseriti in un percorso lavorativo dignitoso e regolare
2) 74 migranti hanno trovato un alloggio dignitoso
3) 25 aziende locali coinvolte nel progetto
4) 15 migranti hanno beneficiato di una formazione professionale nel settore agricolo
5) 82 pratiche legali completate per l’ottenimento del permesso di soggiorno
6) 20 migranti hanno partecipato e completato un percorso di lingua italiana
 
 
Il progetto continua nel 2022, grazie anche al contributo della Fondazione Prosolidar, ponendosi come obiettivi:
 
1) l’inserimento lavorativo e un alloggio dignitoso per tutti i 150 ragazzi registrati nel database;
2) il consolidamento di un Centro di Servizio per le imprese e gli immigrati per favorire il matching lavorativo;
3) l’elaborazione di nuovi progetti per permettere la continuità del programma Spartacus ormai attivo nella piana di Gioia Tauro dal 2019
 
IL TUO SOSTEGNO
 
Per noi un aiuto concreto da parte tua rappresenterebbe un grande incoraggiamento nel portare avanti questo progetto, non sempre facile, e per poter ampliare il numero di beneficiari.
A tutti i sostenitori dedicheremo un ringraziamento speciale personalizzato e ai donatori più generosi sarà recapitato un campione omaggio dei prodotti di Chico Mendes e della rete Altromercato.
Grazie a chiunque deciderà di contribuire al progetto Spartacus!
 
  • Anonymous 
    • €20 
    • 3 hrs
  • Michele Bariselli 
    • €50 
    • 6 hrs
  • Eugenio Fasser 
    • €10 
    • 8 hrs
  • Anonymous 
    • €250 
    • 2 d
  • Anonymous 
    • €20 
    • 9 d
See all

Fundraising team: Team di raccolta fondi (4)

Chico Mendes 
Organizer
Raised €85 from 4 donations
Milan, Metropolitan City of Milan
Ilich Rausa - Rude Records 
Team member
Raised €60 from 2 donations
Martina Decina 
Team member
Raised €20 from 2 donations
Laura Anicio 
Team member