Allestiamo il centro vaccinale di quartiere

Da Centro sociale a Centro Vaccinale di zona rivolto alle fragilità sociali: questo l’obiettivo a portata di mano per l’ Ambulatorio di quartiere Borgo Vecchio e il Centro sociale Anomalia. I volontari, i medici, i militanti impegnati in queste due realtà palermitane hanno, infatti, avviato l’iter per l’allestimento di un centro vaccinale proprio all’interno dei locali siti nel quartiere popolare di Borgo Vecchio. Mancano soltanto le ultime autorizzazioni e, presto, potrebbe arrivare l’ufficialità. Il progetto è rivolto agli abitanti dei quartieri popolari di Palermo, ai senza fissa dimora e a chi sta trovando difficoltà nell’accesso alla campagna vaccinale.
Ora, però, c’è già da allestire lo spazio. Per questa ragione chiediamo il vostro aiuto: allestimento delle postazioni, attrezzature per le sanificazioni, sistemazione a norma degli spazi hanno un costo non semplicissimo da coprire per una realtà totalmente autofinanziata come la nostra.
Siamo convinti che, anche questa volta, l’aiuto della nostra comunità territoriale, dei cittadini e delle cittadine di Palermo, e tanti altri, non si farà attendere. Con il vostro contributo, attraverso donazioni e condivisioni di questo appello, potremo non solo offrire un importante servizio utile alla nostra città, ma anche accendere dei riflettori sui marginalità e fragilità sociali troppo spesso dimenticate in questi anni ed, in particolare, in questi mesi di pandemia. Per non lasciare davvero nessuno indietro!

Da QUATTRO ANNI il nostro progetto, unico nel suo genere, offre orientamento e supporto sanitario ai cittadini palermitani in difficoltà economica. Grazie al lavoro volontario di tanti medici specialisti, all'impegno dei ragazzi del Centro sociale Anomalia e al contributo di tantissimi nostri concittadini è stato possibile, in tutti questi anni, aiutare centinaia di persone che, o per ostacoli economici o per ostacoli culturali, hanno trovato barriere all'accesso ai percorsi di cura.
Il progetto, pur avendo trovato enorme sostegno, si è sempre autofinanziato. L'acquisto di macchinari, la sistemazione degli spazi, l'utilizzo di dispositivi sanitari di sicurezza hanno sempre costituito una importante spesa. Grazie alle iniziative pubbliche e alle campagne di crowdfunding siamo sempre riusciti a far fronte agli elevati costi di gestione offrendo comunque un servizio di qualità.
Il nostro obiettivo è sempre stato quello di potenziare la medicina territoriale rivendicando, universalmente, il diritto alla salute. Nel 2020 tutto ciò ha assunto ancora più importanza. Con la chiusura temporanea di tanti ambulatori ospedalieri a causa della PANDEMIA il nostro lavoro si è rivelato fondamentale per tante persone. Gli sforzi, dal canto nostro, sono stati enormi: dispositivi di protezione, materiali per sanificare, adeguamento degli spazi alle norme anti-Covid. Siamo così riusciti a renderci utili in una fase cruciale arrivando anche ad offrire centinaia di TEST SIEROLOGICI - Covid ai nostri concittadini.
Questo enorme lavoro è stato riconosciuto all' Ambulatorio popolare ed ai ragazzi del Centro sociale Anomalia anche dall'amministrazione cittadina che, con atto del Sindaco, ha regolarizzato la autogestione degli spazi concedendoli agli attivisti “viste le tante opere meritorie” messe in campo in questi anni.
Di recente alcune problematiche tecniche hanno rallentato il nostro lavoro. Due in particolare. Il nostro ecografo ha smesso di funzionare per un problema elettronico. Questo splendido macchinario ci era stato donato quasi due anni fa. Ora stiamo quindi affrontando spese per noi proibitive, in maniera autonoma, per la riparazione dello stesso. Inoltre, l'edificio che ospita lo spazio concessoci dal Comune di Palermo non conosce manutenzione da tantissimo tempo. Questo genera problemi strutturali cui, ogni volta, siamo costretti a far fronte noi stessi pur di offrire agli utenti un luogo adeguato alle attività che ospita. Ricordiamo infatti che, oltre l'Ambulatorio, il Centro sociale offre doposcuola e laboratori per bambini, palestra per i ragazzi, attività culturali giornaliere e serali.

Con il vostro contributo allestiremo in pochi giorni il primo CENTRO VACCINALE DI QUARTIERE, esperienza originale, che parte dal basso, con il solo intento di riportare, anche in questo caso, la medicina sociale nel territorio.
Grazie a tutte e tutti

Per info chiamare 3381962258
  • Valentina Chinnici 
    • €50 
    • 4 mos
  • Michele Scarpinato 
    • €10 
    • 4 mos
  • Anonymous 
    • €15 
    • 4 mos
  • Ina Castellino 
    • €20 
    • 4 mos
  • Laura Carapezza 
    • €10 
    • 5 mos
See all

Organizer

Emiliano Spera 
Organizer
Palermo, PA
  • #1 fundraising platform

    More people start fundraisers on GoFundMe than on any other platform. Learn more

  • GoFundMe Guarantee

    In the rare case something isn’t right, we will work with you to determine if misuse occurred. Learn more

  • Expert advice, 24/7

    Contact us with your questions and we’ll answer, day or night. Learn more