Sai cos’è l’anemia falciforme?

La mia campagna sostiene la cura dell’anemia falciforme per aiutare 15 bambini di Alice for Children

Il mio nome è Gianluca, ho 40 anni e la scorsa estate ho passato 3 settimane molto intense in Kenia come volontario per l’associazione Alice for Children. Dopo aver visto da vicino la realtà in cui questa associazione opera, ho deciso di farmi portavoce della loro campagna di raccolta fondi #ilRegalopiùBello a favore di quattro importanti progetti di assistenza sanitaria  per più di sessanta bambini.

Per ringraziare tutti coloro che ci aiuteranno con una piccola donazione, con i bambini di Nairobi abbiamo realizzato una eCard da scaricare per fare gli auguri di Natale ai tuoi cari. Le donazioni serviranno a sostenere la cura di anemia falciforme (15 bimbi), HIV (23 bambini), special cases (malnutrizione, disabilità varie, 21 bimbi) e ustioni gravi (7 bimbi). Vedi info alla fine.

Nello specifico, io mi sto impegnando per i 15 piccoli affetti da anemia falciforme.

43672436_1574847158466474_r.jpeg
Sono rimasto particolarmente colpito da questa malattia, di cui non avevo mai sentito parlare.

COS’È?

L’anemia falciforme è una malattia ereditaria in cui i globuli rossi assumono una forma molto simile a quella di una falce.

PERCHÉ MI HA COLPITO COSÌ TANTO?

Perché ho scoperto che l’80% delle persone affette da questa malattia nel mondo vivono nell’Africa sub-sahariana! E perché questa patologia può avere conseguenze gravi, quali anemia, problemi alla vista e ictus ed espone maggiormente i bambini alle infezioni, che per loro possono diventare anche fatali.

43672436_1574847178374472_r.jpeg

COME SI CURA?

I bambini che hanno l’anemia falciforme devono essere curati con antidolorifici, acido folico e trasfusioni di sangue.

Il più grave dei bambini che ho conosciuto ha 9 anni e il suo nome è Hope.

Hope frequentava la scuola di Alice for Children da un anno quando è stato vittima di un incidente stradale: portato d’urgenza in ospedale, i medici hanno diagnosticato una paralisi al lato sinistro del corpo causata da un ictus. A quel punto, hanno scoperto che l’ictus era stato causato dall’anemia falciforme, di cui il bambino non sapeva di essere affetto. Hope ha subito operazioni e trasfusioni e, una volta tornato a casa, ha dovuto fare fisioterapia e logopedia, per poi rientrare a scuola grazie all’aiuto della mamma e a una forza davvero inaudita per un bimbo di soli 9 anni!

43672436_157484719495382_r.jpeg

Quest’anno, l’associazione, grazie al programma Alice for Health e al sostegno costante della mamma a distanza Valentina, è riuscito a trovare un insegnante di sostegno che aiuta Hope in classe, così che possa stare al passo con i compagni e recuperare le lezioni quando deve assentarsi da scuola per le cure.

Sono testimone di quanto Hope sia un bambino forte, sveglio e volenteroso, ma bisognoso di un’assistenza continua e specifica e di trasfusioni regolari per poter condurre una vita il più possibile serena e sana.

VOGLIAMO RISPONDERE A QUESTA CHIAMATA IMPORTANTE?

I fondi di questa raccolta saranno destinati interamente all'associazione Alice For Children


Donations ()

  • Francesco Benelli 
    • €10 
    • 1 mo
  • Cristina Ceccatelli 
    • €10 
    • 2 mos
  • Anna Giulia Bruni 
    • €10 
    • 2 mos
  • Sara D'Ambrosio 
    • €25 
    • 2 mos
  • Nicola Benedetti 
    • €50 
    • 2 mos
See all

Organizer and beneficiary

Gianluca Fantacci 
Organizer
Poggibonsi, Italy
Alice For Children 
Beneficiary
  • #1 fundraising platform

    People have raised more money on GoFundMe than anywhere else. Learn more

  • GoFundMe Guarantee

    In the rare case that something isn’t right, we will refund your donation. Learn more

  • Expert advice, 24/7

    Contact us with your questions and we’ll answer, day or night. Learn more