AIUTIAMO E SOSTENIAMO ANGELA.

Da più di un anno Angela, che ha solo 29 anni, compiuti il 26 aprile, sta vivendo un’odissea. Si e’ sottoposta ad un primo intervento intervento chirurgico di bypass gastrico in una clinica dell’Abruzzo un anno fa’. Da allora e’ stata malissimo. Nel tempo la sua situazione di salute non ha fatto altro che peggiorare. Continue corse al pronto soccorso; Angela non aveva più la forza di salire le scale; aveva problemi respiratori, dolori addominali ecc ... Di qui il chirurgo bariatrico che l’aveva operata la prima volta decise per un secondo intervento di revisione del bypass gastrico, questa volta la opero’ in una clinica del casertano a gennaio scorso; da allora una tragedia infinita. Dopo quel secondo intervento le sue condizioni di salute precipitarono sempre più: febbre, vomito, dolori fino a svenire. Nella notte tra il 3 e 4 febbraio scorso, finalmente trasportata nel cuore della notte, con un’autoambulanza del 118, al più vicino ospedale le venne riscontrata una gravissima setticemia e uno shock settico e fu operata d’urgenza immediatamente per la terza volta; andò in coma e ricoverata presso la Terapia intensiva e rianimazione di quell’ospedale. Una settimana dopo subì il quarto intervento chirurgico. I secondi due ulteriori interventi in ospedale furono necessari per eliminare le necrosi che si erano formate in alcuni organi interni che dovettero essere asportati . Adesso Angela e’ ancora ricoverata in ospedale; e’ zoppicante, in stato depressivo profondo, viene alimentata solo per via endovenosa, non e’ autosufficiente, ha bisogno di assistenza continua e non riesce a stare per molto tempo in posizione eretta. Non ha più l’esofago, la milza, una parte dell’addome, una parte del pancreas e del colon. Ora e’ in attesa di essere sottoposta ad un quinto intervento chirurgico estremamente rischioso, necessario perché ricostruttivo delle parte interne del corpo, dell’addome e dell’esofago; intervento che, non appena le sue condizioni di salute lo consentiranno, dovrà essere fatto in una struttura di eccellenza di livello superiore. La giovane mamma è consapevole di tutto ciò e da credente qual è ha accettato il tutto con rassegnazione affidandosi a Dio, anche se è in preda all’angoscia. Angela alle spalle ha tante disavventure, un marito disoccupato, ha tre figli piccoli rispettivamente di 9, 7 e 2 anni e mezzo che non vede da oltre tre mesi e che chiedono continuamente di lei e piangono. Piange pure lei; il personale dell’ospedale le dà conforto. Anche i sacerdoti camilliani le vanno a fare continuamente visita nel Reparto dove è ricoverata. Il marito è terribilmente provato da questa disgrazia e da allora ha perso il lavoro; le condizioni familiari sue e della sua famiglia sono estremamente modeste, umili. Nonostante ciò Angela quando stava bene pensava a fare la mamma; accettava anche lavori saltuari pur di sbarcare il lunario. Lei si faceva carico di tutto gettando sempre il cuore oltre l’ostacolo non solo per se’ ma anche per gli altri. In migliaia di persone, quando ha avuto bisogno di sangue (lei ha un gruppo sanguigno raro), hanno accolto l’appello lanciato dai suoi familiari, amici e conoscenti e si recarono a donarlo in ospedale dove e’ tuttora ricoverata. Purtroppo stavolta Angela si trova davanti ad una nuova sfida che da sola non può superare; per questo ha bisogno dell’aiuto di tutti per sperare di ritornare a vivere a casa in modo dignitosa. Ha bisogno di assistenza continua, non può più lavorare, necessita di barriere architettoniche e quasi sicuramente di un sesto e di un settimo intervento chirurgico ricostruttivo degli organi interni e di costose cure mediche. Aiutiamo allora Angela tutti insieme, all’unisono: questo e’ l’appello di solidarietà che rivolgiamo. Lo facciamo per farle tornare il sorriso sulle labbra e la voglia di vivere nel cuore. Diamole coraggio e offriamole un nostro contributo economico, nei limiti delle nostre possibilità. Condividiamo tutti questa richiesta di aiuto di Angela per tenderle una mano il più possibile!
Bellissima quella frase del grande Gino Strada che dice “ Se uno qualsiasi di noi esseri umani sta soffrendo, è cosa che ci riguarda tutti. Ignorare la sofferenza di un uomo è sempre un atto di violenza e tra i più vigliacchi”.
Coraggio e forza Angela: il Signore nel quale tu credi e noi crediamo ti aiuterà e ti sarà vicino. Mai ti abbandoneremo. Siamo tutti con te !
E' possibile sostenere Angela anche tramite bonifico al seguente IBAN: IT49F3608105138205013705022
  • Monica De santis
    • €50 
    • 8 mos
  • Giulia Palmieri
    • €50 
    • 8 mos
  • Angela Iannotta
    • €300 
    • 8 mos
  • Anonymous
    • €50 
    • 8 mos
  • Anonymous
    • €200 
    • 8 mos
See all

Organizer

Mario Iannotta
Organizer
Santa Maria Capua Vetere, Province of Caserta

Your easy, powerful, and trusted home for help

  • Easy

    Donate quickly and easily.

  • Powerful

    Send help right to the people and causes you care about.

  • Trusted

    Your donation is protected by the  GoFundMe Giving Guarantee.