"L'Odissea di Sesto S.G." - spettacolo streaming

Visita il nostro sito   Profilo Facebook    Profilo Instagram    Il video della nostra storia 

- Le donazioni da € 15,00.
Saranno premiate con il link per accedere allo spettacolo online disponibile dal 5 luglio 2021 che sarà preceduto da un altro link per un video di contenuti speciali e backstage in arrivo il 10 giugno 2021.

- Le donazioni da  € 100,00. 
Saranno premiate con il biglietto per la serata "Black-tie Première" che si terrà domenica 4 luglio 2021 alle ore 21.00 presso il teatro Vittoria di Sesto S.G. (MI), serata in cui avverrà la proiezione in anteprima dello spettacolo. 

Abbiamo modificato la nostra raccolta fondi perchè la  situazione si è notevolmente aggravata, non ci concedono nessun tipo di mutuo.
Ci stiamo quindi muovendo per cercare di raccogliere la cifra totale che ci permetterebbe l'acquisto dei locali.
Abbiamo così creato questa spettacolo streaming con l'obiettivo di arrivare a 10.000 biglietti virtuali, ci siamo lanciati in questa esperienza del tutto nuova sperando che possa stimolare e incuriosire i nostri sostenitori!


"L'Odissea di Sesto San Giovanni"

Il Teatro della Verità sfida la chiusura portando l'opera per le strade della città. Obiettivo 10.000 biglietti.
La vita del Teatro della Verità è stata messa in pausa ormai più di un anno fa con l'avvento del Covid proprio mentre provava la celeberrima opera greca, quasi fosse un presagio dei mesi a venire (speriamo non degli anni).
La voglia di fare e di creare arte non si è mai fermata nonostante tutto e DPCM dopo DPCM ha aggiustato la rotta per non perdersi in questo mare di incertezza.
Come nel viaggio di Ulisse di ostacoli ce ne sono stati tanti e siamo riusciti a superarli tutti fino ad oggi, quando qualcosa di troppo grande da affrontare da soli si è abbattuto su di noi: la nostra casa sta per esser messa in vendita. Purtroppo il 2% di rimborso sulla perdita di fatturato che arriverà con i sussidi non è sufficiente a coprire l'affitto di una mensilità, figuriamoci assicurarci un mutuo.

Da lì l'idea di ripartire da dove siamo stati interrotti e portare l'opera per le strade di Sesto San Giovanni, riadattandola in chiave moderna andando a coinvolgere la città a livello sociale e aziendale, iniziativa resa possibile anche dal supporto del comune che ci accompagna con un patrocinio gratuito.
Il teatro della verità opera sul territorio da sette anni, ha toccato la vita e la formazione di oltre 10.000 persone tra spettacoli teatrali, attività nelle scuole e nelle aziende rendendo la cultura accessibile a tutti. La sua chiusura creerebbe una profonda ferita in quei quartieri che con tanto impegno ed energia è andata a riqualificare, nonché negli oltre 250 giovani e meno giovani che la frequentavano abitualmente.
Come Ulisse oggi vorremmo solo ritornare a vivere la nostra casa, la nostra patria, la nostra arte e siamo qui a rimboccarci le maniche per ottenerlo.
Il nostro palcoscenico questa volta sarà la città con i suoi abitanti, le aziende e le istituzioni chiamati tutti ad unirsi per salvare una realtà così importante della città di Sesto San Giovanni. Le riprese di ogni scena daranno vita ad un lungometraggio di 60 minuti disponibile online.
L'obiettivo è quello di vendere 10.000 biglietti a 15,00 euro cad. per la visione streaming a partire dal 5 luglio 2021, giorno della nostra rinascita. Il ricavato ci consentirà di comprare la struttura sede della scuola de Il Teatro della Verità.
Saranno, inoltre, disponibili 120 biglietti per la Black-tie première esclusiva "L'Odissea di Sesto" presso il Teatro Vittoria di Sesto San Giovanni che si terrà domenica 4 luglio 2021 alle ore 21.00 .
Il nome di tutti coloro che daranno il loro contributo al crowdfunding daranno vita ad un murales a segno di come la forza di una comunità sia in grado di combattere anche i "mostri" più grandi.

        --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ho una storia da raccontare ma soprattutto una storia da SALVARE.

E’ la storia di un amore assoluto che rischia di essere rovinata, interrotta, distrutta, schiacciata dal peso insopportabile di una pandemia inaspettata e di un Governo che sta a guardare silenziosamente.
Ma prima di raccontarvi la storia, (che trovate anche in versione video nella sezione Gallery di questa pagina), dato che il teatro è poesia ma il rischio è matematico, è giusto che riporti anche un prospetto economico che giustifichi la nostra richiesta e traduca in numeri la nostra situazione:

canone di affitto è di € 1.908,00 al mese
affitto dei box che abbiamo come magazzino e deposito costumi € 130,00 al mese
Utenze (corrente, telefono, internet, assicurazione locali) al mese € 300,00 al mese 

Totale affitto mensile: € 2.388,00
€ 2.388,00 x 14 mesi di inattività = € 33.432,00

Ristori ricevuti dallo Stato per l’anno 2020 € 4.000,00 (arrivati a dicembre 2020)

Perdita totale del 2020 rispetto al 2019 € 72.000,00

Parliamo di perdita totale perchè facendo parte delle associazioni del terzo settore i nostri introiti si dividono in commerciale 30% e sociale 70%, ovviamente per lo stato vale solo la parte commerciale (fatturato)

Perdita fatturato del 2020 rispetto al 2019 € 16.099,00

Bonus rilancio aprile 2021 – a conti fatti non arriveranno più di € 800,00 a fronte di una perdita di € 16.099,00 (che in realtà sarebbe di € 72.000,00)

Abbiamo salvato il 2020 grazie ai risparmi e al credito d’imposta sugli affitti. Adesso pensavamo ad un decreto rilancio sostanzioso ma la cifra che arriverà sarà irrisoria e non può coprire più di un decimo dei debiti che abbiamo. Avremmo ancora un anno di affitto da contratto ma essendo in arretrato di 4 mensilità e senza nessuna certa prospettiva di lavoro in un futuro a breve termine rischiamo che nonostante gli ottimi rapporti con il proprietario possa arrivarci lo sfratto (non fino al 1° luglio 2021 da D.L.)

Per questo o compriamo, o ci spostiamo o chiudiamo.

Adesso posso raccontarvi tutta la storia.

Mi chiamo Mirko Lanfredini ho 42 anni e da tutta la vita faccio teatro, è iniziato come un gioco, poi è diventato una passione, poi il mio lavoro, la mia vita, il mio ossigeno…
Inizia tutto a Poggibonsi, piccolo paese della provincia di Siena, dove il teatro si faceva a scuola e poi nelle sale delle scuole di danza, dove diventa una passione incontenibile.
A 21 anni mi trasferisco a Milano, lo studio vero, l’accademia e poi davanti agli occhi si apre l’immenso oceano del mondo del lavoro, un deserto su cui muovere passi decisi ma sempre incerti.
Le prime esperienze lavorative, le tournèe, i lavori paralleli e il sentire che stava prendendo forma dentro di me un desiderio, un’idea, forse un sogno… aprire un giorno una scuola di teatro.
Passano gli anni, il teatro diventa un lavoro a tutti gli effetti, l’insegnare per diverse scuole e associazioni ne è parte integrante, il mestiere dell’attore si sposa in un connubio perfetto con quello dell’insegnante, con la responsabilità di trasmettere la disciplina dell’arte, la passione, la motivazione e tutto ciò che di non scritto sui libri fa parte del mondo del teatro.
Arriva così (velocemente, troppo velocemente) il 2013 quando insieme ad alcune colleghe decidiamo di fondare una nostra associazione teatrale, piccola ma con grandi prospettive e motivazioni, non avevamo una sede, ma iniziammo a lavorare in giro portando con noi un nome che significava (e significa) ciò che vuol dire fare teatro dal mio punto di vista “Teatro della Verità”. Già, perchè in teatro non esiste finzione, si racconta la verità di un personaggio!
Qualche anno dopo, 2015 portiamo i nostri corsi in modo stabile negli spazi di una piccola associazione di Sesto San Giovanni. Gli allievi si moltiplicano e fra gli allievi spicca l’interesse e la visibile passione di Noemi Schiavone (la Emi) che in poco tempo entra a far parte dello staff come mia assistente alla regia.
Si arriva a Giugno 2015 e quando le cose sembrano andare nel migliore dei modi succede l’impensabile. L’associazione che ci ospita, per gravi problematiche familiari, è costretta a chiudere senza preavviso. Così ci troviamo a non avere più un posto dove svolgere le nostre attività, con molti allievi che vorrebbero riconfermare la propria presenza per l’anno successivo e con la responsabilità morale di “salvare” le persone che ci avevano aiutato ospitandoci.
Così prendiamo una decisione, la decisione! Prendere uno spazio tutto nostro dove esercitare le nostre attività e dove portare anche tutte le altre discipline e corsi che facevano parte dell’associazione che ci aveva ospitato.
Io e la Emi ci mettiamo subito a fare ricerche ed un mese dopo, il 7 luglio 2016, in un delirio di entusiasmo e paura, firmiamo un contratto di affitto di 6 + 6 anni per un locale commerciale a Sesto San Giovanni. Locale grande, bellissimo, idoneo ma… interamente da ristrutturare.    
L’avventura vera inizia qui, tre mesi di tempo, quattro mani e pochi soldi per sistemare il locale prima della partenza dell’anno accademico 2016/17.
Tre mesi di lavoro, giorno e notte, io e la Emi ci siamo adattati a fare tutto: muratori, elettricisti, falegnami, cartongessisti, parquettisti, imbianchini, idraulici! Tre mesi lunghissimi e velocissimi, faticosi e divertenti, motivati dalla passione, dalla voglia e dal vedere che giorno dopo giorno si stava realizzando un sogno.
Tre mesi in cui alcuni amici, allievi, insegnanti della scuola sono passati a darci mano, a scambiare due parole, a portarci cibo o caffè o semplicemente a sostenerci e a darci forza.
1° ottobre 2016… ce l’abbiamo fatta! Inaugurazione! E quasi increduli assistiamo inaspettatamente al realizzarsi di ciò che speravamo e che in un attimo ci ha fatto passare ogni paura, un fiume di gente entusiasta si presenta a vedere la scuola, a chiedere informazioni, ad iscriversi ai corsi.
Rifondiamo così ufficialmente la scuola del “Teatro della Verità”, diventiamo un circolo Arci com’era l’associazione che ci aveva ospitato, Emi diventa vice-presidente e il consiglio direttivo è formato dagli allievi che da anni seguono i miei corsi e… si comincia!
Anno dopo anno le cose vanno bene, decidiamo di investire ancora perchè l’arte non deve arricchire chi la fa ma deve regalare bellezza alle persone, così miglioriamo esteticamente gli spazi della scuola e prendiamo in gestione il Teatro Vittoria di Sesto San Giovanni e lo ristrutturiamo interamente!
Dicembre 2018, abbiamo una scuola di teatro con 250 allievi e siamo direttori artistici di un Teatro vero! Incredibile, siamo felici!
Tutto va per il meglio, la scuola viaggia, il teatro ospita compagnie di livello inaspettato… tutto bellissimo, un sogno!
Un sogno che all’improvviso si frantuma…
Domenica 23 febbraio 2020 ore 11,30 si interrompono le prove de “L’Odissea” in seguito alla lettura di una comunicazione che consiglia la chiusura in via preventiva delle attività come la nostra per prevenire l’emergenza Covid-19. Ignari, spaesati, increduli, trasformiamo le prove in una riunione per capire cosa stesse succedendo.
Lunedì 24 febbraio 2020 (il mio compleanno) la scuola chiude per la prima volta e da quel giorno inizia qualcosa che ancora oggi non riusciamo a spiegarci, la lenta e silenziosa morte della cultura.
Pensavamo. o ci hanno fatto pensare, che sarebbe durata qualche settimana, poi il lock-down, riaperture il 18 maggio ma non per noi. Noi si slitta al 3 giugno con distanze, capienze ridotte, riusciamo a lavorare al 50% solo un mese (luglio e agosto abbiamo la chiusura estiva). Il 15 settembre si riparte: adattamento degli spazi, revisione degli orari, acquisto del materiale igienico sanitario, iscrizioni inaspettatamente tante. I teatri sono aperti, bene! Adattiamo anche il nostro: via le poltroncine, dentro le sedie, riduzione effettuata da 240 a 100 posti per garantire le distanze, igienizzazione, sanificazione, fissiamo la prima data della stagione. Sabato 24 ottobre ore 21 “Venere e Marte” una produzione interna del Teatro della Verità. Giovedì 22 ottobre già 70 prenotazioni per lo spettacolo e a scuola i corsi nonostante tutto stanno andando meglio del previsto, decidiamo addirittura di recuperare a dicembre tutti i saggi non fatti a giugno! Dai che ci stiamo riprendendo e torneremo alla normalità!
Venerdì 23 Ottobre, il nuovo DPCM impone il coprifuoco e impone da lunedì 26 ottobre 2020 una nuova chiusura totale delle nostre attività.
I biglietti prenotati per lo spettacolo, a causa del coprifuoco, vengono quasi totalmente annullati. Comunichiamo che lo spettacolo salta. Fuori dal teatro, senza mai aver riaperto, torna il cartello CHIUSO fino a data da destinarsi.
Ecco, siamo al 29 marzo 2021 e da quel giorno, 26 ottobre 2020 siamo totalmente chiusi. Fermi ed impossibilitati a svolgere qualsiasi tipo di attività a parte qualche lezione online che oramai vede la presenza del 10% degli allievi iscritti, mentre il 90% è stanco di fare teatro come non si può fare teatro.
Ci siamo detti: “Ce l’abbiamo fatta l’anno scorso, ce la facciamo anche adesso” ma poi è arrivata la notizia che ci ha sconvolti, distrutti, che sta facendo vacillare e sta incrinando i nostri sogni e tutti i sacrifici fatti.
Il proprietario, a malincuore e a causa della crisi scatenata da questa pandemia, DEVE VENDERE I LOCALI dove noi siamo in affitto e la vendita partirà dal 15 aprile 2021.
Tre sono per noi le possibili strade da percorrere adesso:
Acquistare i locali della scuola
Trovare un nuovo spazio e riadattarlo alle nostre esigenze
Chiudere definitivamente
Purtroppo le prime due strade al momento sono impercorribili, restare vivi in questi 13/14 mesi di inattività ha ridotto a zero i nostri risparmi quindi allo stato attuale delle cose saremmo costretti a chiudere ma noi non vogliamo rinunciare al nostro sogno!
Per questo scrivo questa lettera. Cerchiamo qualcuno, come te, che sposi la nostra causa e che ci aiuti il più possibile a far conoscere la nostra situazione (che credo rispecchi quella di molte altre associazioni, scuole e compagnie del settore).
Abbiamo aperto una raccolta fondi nella speranza di riuscire a raccogliere una somma che possa permetterci di avviare le pratiche di acquisto oppure di cambiare sede (per quanto questo ci spezzerebbe il cuore) e abbiamo bisogno che qualcuno ci aiuti a diffondere quanto più possibile la “notizia”.
Intanto grazie a tutti per aver letto,

Mirko, Emi e tutta la scuola del Teatro della Verità.


56155446_1618683494875833_r.jpeg
56155446_1618683538441349_r.jpeg
56155446_1618683614994330_r.jpeg
56155446_1618683691860997_r.jpeg
56155446_1618683733695620_r.jpeg
56155446_1618683776976204_r.jpeg
56155446_1618683810586656_r.jpeg56155446_1618683846933922_r.jpeg56155446_1618683882437110_r.jpeg56155446_1618683939305180_r.jpeg56155446_1618683964467660_r.jpeg56155446_1618684044466741_r.jpeg56155446_1618684074262821_r.jpeg56155446_1618684112350779_r.jpeg56155446_1618684175273160_r.jpeg56155446_1618684192819933_r.jpeg
  • Clarissa Iellici 
    • €15 
    • 5 d
  • Maria Pia Abate 
    • €15 
    • 24 d
  • Ricardo Encalada 
    • €5 
    • 25 d
  • Debora Cavallone 
    • €15 
    • 25 d
  • Nicole Paniga 
    • €20 
    • 1 mo
See all

Organizer

Mirko Teatrodellaverità Lanfredini 
Organizer
Sesto San Giovanni, Metropolitan City of Milan
  • #1 fundraising platform

    More people start fundraisers on GoFundMe than on any other platform. Learn more

  • GoFundMe Guarantee

    In the rare case something isn’t right, we will work with you to determine if misuse occurred. Learn more

  • Expert advice, 24/7

    Contact us with your questions and we’ll answer, day or night. Learn more