UN AIUTO URGENTE PER MARIA

La mia carissima amica Maria ha scritto. Io ho solo raccolto e condiviso il suo disperato appello di aiuto.
 
Dopo mille e mille dubbi, con profondo disagio e pari umiltà, ho deciso di rivolgermi a Voi come ultima, se pur flebile speranza, e promuovere una raccolta fondi a mio sostegno.
Dopo aver bussato a tante porte, mi rivolgo a Voi per cercare di far conoscere la mia storia, nella speranza di trovare tante persone di buon cuore e generose che possano aiutarmi.
 
Mi chiamo Maria, sono un medico endocrinologo che nonostante una brillante carriera si trova attualmente in uno stato di indigenza.
Ho sessantacinque anni, e da anni soffro di gravi problemi di salute per insufficienza cardiaca congestizia (scompenso cardiaco), insufficienza renale, diabete mellito di tipo II, BPCO (Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva, una malattia polmonare progressiva e difficilmente reversibile), e spondilodiscite, una complicazione alla colonna vertebrale dovuta a una grave infezione.
Terapie antibiotiche domiciliari quotidiane e terapia oppioide transdermica e per via orale, mi hanno tolto, quasi nella totalità, l’autonomia.
 
Tanti anni sono passati da quando ho iniziato la professione medica, con la vitalità della giovinezza, la passione per la conoscenza, e il privilegio di poter far parte di quella “missione” che ogni medico si prefigge: porre al servizio delle persone competenze mediche ma, ancor prima, empatia e umanità. Quell’umanità che purtroppo dopo anni e anni di professione non ho trovato nelle persone che mi sono state accanto e che, con palese inconsistenza e insensibilità, accanto non lo sono più!
Mi rivolgo a Voi e all’intera comunità della rete, in Voi ho percepito comprensione e aiuto per altrettante tragedie vissute da molti, drammi come i miei legati alla mancanza di una salute fisica idonea per esercitare la professione al meglio.
Nonostante tutto con sacrifici e dedizione, ho continuato a lavorare e a ricevere i miei pazienti in casa; questo fino a quando la situazione pandemica ha drasticamente diminuito, e a volte fermato, il numero stesso dei pazienti, con un vertiginoso calo di proventi.
 
Vivo in affitto in un semplice, ma decoroso appartamento a Empoli in provincia di Firenze, ho bollette e mensilità di locazione arretrate da pagare, farmaci non mutuabili di cui ho vitale necessità e spese vive per il sostentamento quotidiano.
Inoltre, a fronte di sbagliati investimenti dovuti alla mia inesperienza nel settore, mi sono affidata e fidata di persone nelle quali ho creduto, e che invece mi hanno raggirata e truffata; un vortice di imbrogli che nonostante tutta la mia volontà, non sono riuscita ad arginare.
Ho perso tutto, tutto ciò che i miei mi avevano lasciato, la casa,…i miei beni; sono stata costretta per sopravvivere a chiedere un finanziamento alla Findomestic Banca, debito cui ora non riesco più a far fronte; la Banca a maggio 2021 mi ha intimato il pagamento dell’intero importo dovuto prima di precedere per via legali, ma io non ho la possibilità di farlo.
 
La vita con me non è stata prodiga, la morte dei miei genitori, dei familiari più vicini, del mio compagno di vita e i gravosi problemi di salute ancora irrisolti, hanno inciso profondamente sul mio animo, sul mio fisico, ma soprattutto sulla mia vita professionale, il tragico anno pandemico appena trascorso, e ancora in atto, ha acuito ulteriormente e negativamente, la mia condizione di salute e di conseguenza lavorativa.
 
Sono sola al mondo, non ho più nessuno cui confidare la mia angoscia: mi sento persa…
 
L’imbarazzo e la vergogna con cui scrivo chiedendo aiuto, fanno a pugni con quella dignità che ogni individuo anche il peggiore non dovrebbe mai venir meno nel proprio animo, ma di fronte a tanta sofferenza, la rispettabilità abdica, e il disperato bisogno prevale sull’onorato decoro.
 
Vi prego di aiutarmi a sopravvivere con un gesto caritatevole; essere generosi non è proprio un gesto semplice come appare in un primo momento. La generosità è caratterizzata da tanti piccoli gesti che, sommati insieme, regalano fiducia e speranza in chi li riceve, riempiono il cuore in chi mette in pratica questa virtù e, mi piace pensare che almeno una volta nella vita, amare possa essere un atto di generosità puro e semplice in tutta la sua essenza.
 
Grazie di cuore in anticipo, a prescindere da tutto, sempre.
Con infinita gratitudine.
Maria
 
 
 

Dimissioni del 27.06.2020
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Verbale Pronto Soccorso
 
 
Banca Findomestic, intimazione di pagamento
 
 
 
Oggi 2021
 
 
Parte dei farmaci giornalieri
 
 
 
  • Associazione Early Music Italia Giorgio Matteoli 
    • €10 
    • 14 hrs
  • jessica efica 
    • €5 
    • 7 d
  • Anonymous 
    • €30 
    • 13 d
  • Anonymous 
    • €100 
    • 16 d
  • Anonymous 
    • €35 
    • 26 d
See all

Organizer and beneficiary

Isabella Maffeis 
Organizer
Varedo, Province of Monza and Brianza
maria anna giovanna carella 
Beneficiary
  • #1 fundraising platform

    More people start fundraisers on GoFundMe than on any other platform. Learn more

  • GoFundMe Guarantee

    In the rare case something isn’t right, we will work with you to determine if misuse occurred. Learn more

  • Expert advice

    Contact us with your questions and we’ll answer, day or night. Learn more