Foto principale della raccolta fondi

Salva la chiesa millenaria nel Borgo delle camelie

Donazione protetta
Non solo camelie, ma anche architettura, paesaggistica e senso di comunità. Il paese, comunemente noto come il "Borgo delle camelie", ora potrebbe perdere un simbolo storico, traccia evidente dell'antica origine di questi luoghi: la cupola della chiesa di Sant'Andrea Apostolo, nella frazione di Sant'Andrea di Compito (Capannori, provincia di Lucca), rischia infatti di crollare.

IL CROLLO



Il primo giorno di dicembre del 2023 c'è stato il distacco di una piccola porzione della cupola affrescata. A seguito delle verifiche, nel sottotetto è stato constatato il cedimento della struttura principale, con la rottura della catena lignea alla base della capriata nord. Se non ci sarà un intervento urgente, la cupola potrebbe collassare su se stessa.



Questo significherebbe dire addio a una storia millenaria, alle opere d'arte secolari conservate all'interno della chiesa, ma soprattutto al principale punto di riferimento visivo, spirituale e comunitario.

LA STORIA

La cappella primitiva dedicata proprio a Sant'Andrea Apostolo, su cui sorge la chiesa, fu edificata nei primi mesi dell'anno 919 e subì una prima trasformazione verso la fine del medioevo. Un manoscritto estratto dall’estimo del 1412 rappresenta la chiesa, il campanile, la canonica e il cimitero circondati da un muro fortificato, che però non è servito ad arginare i saccheggi durante l'invasione di pisani e fiorentini.


Il miglioramento degli arredi e l'abbellimento degli interni con la collocazione di nuove opere d'arte, tutt'oggi conservate, ha inizio nel corso del XV secolo. Alla fine del XVI secolo su costruito un nuovo campanile (poi modificato tra il 1867 e il 1883), mentre altri interventi di modifica furono attuati nel corso del secolo successivo.

I BENI ARTISTICI

Tra le principali opere che si possono ammirare all'interno della chiesa di Sant'Andrea Apostolo troviamo il quadro realizzato nel 1497 per l'altare maggiore dal pittore lucchese Domenico di Francesco Corsi (raffigurante la Madonna con Bambino, fra Sant'Andrea e San Luca); il "Martirio di Sant'Andrea", realizzato da Benedetto Brandimarte tra il 1588 e il 1590; "San Rocco" con gli angeli che lanciano camelie (scuola Lucchese dei primi del '600); "San Luigi" realizzato da Pier Filippo Mannucci a inizio '600; e, non ultimo, l'organo a canne realizzato nel 1741 dall'organaro Giovanni Paolo Micheli di Vorno (Lucca).



A PROMUOVERE LA RACCOLTA FONDI È LA COOPERATIVA DI COMUNITÀ

A promuovere la raccolta fondi è il CCC - Centro Culturale Compitese, una cooperativa di comunità con più di mezzo secolo di storia nata a Sant'Andrea di Compito per promuovere e valorizzare la cultura e le bellezze del territorio. Il CCC, oltre a promuovere numerose iniziative all'interno della comunità, ha realizzato il "Camellietum Compitese", ovvero il giardino di camelie più visitato ed esteso d'Europa, già riconosciuto come "Garden of excellence" dall'International Camelia Society.


Da 35 anni, in primavera, qua si svolge la "Mostra Antiche camelie della Lucchesia", che richiama visitatori da tutto il mondo. Il camelieto ospita più di 1.500 piante (con oltre mille cultivar differenti), mentre in tutto il "Borgo delle camelie", tra corti, ville e giardini, si contano più di 2.500 piante.



5 MOTIVI PER SALVARE LA CHIESA DI SANT'ANDREA APOSTOLO

1) Perché il crollo è imminente. Se non interverremo per tempo, il rischio è di perdere per sempre l'enorme patrimonio storico, artistico e architettonico.

2) Perché attorno alla chiesa si è sviluppata la comunità, che ha a cuore il simbolo più evidente del borgo. Credenti e non credenti, sono tutti ugualmente impegnati nella difesa di questo bene comune.

3) Perché la chiesa è luogo di socialità e crescita. I giovani del paese sono infatti coinvolti attivamente in numerose attività sociali. Il coro, il gruppo di catechesi, le iniziative solidali e le attività associative oggi sono prive di un luogo di ritrovo.


4) Perché senza la chiesa il borgo non sarebbe più lo stesso. La sua architettura domina il paese. La si vede da ogni strada o vicolo, e non c'è fotografia che non la ritragga.

5) Perché salvaguardando la chiesa tuteliamo l'identità del territorio. Salvare un borgo significa difendere la bellezza di luoghi storici - e fortunatamente ancora popolati - che rendono l'Italia il paese dei paesi per eccellenza.

COSTI, MONITORAGGIO E RICONOSCIMENTI

  • La stima preliminare dei costi per la messa in sicurezza della chiesa di Sant'Andrea Apostolo a Sant'Andrea di Compito (Capannori) ammonta a circa 115.000 euro.

  • Tutti i fondi raccolti saranno destinati alla messa in sicurezza e al ripristino della cupola.

  • I nomi di tutti coloro che doneranno - salvo specifiche richiesta di anonimato - saranno riportati su una targa celebrativa, che sarà collocata alla fine dei lavori.

  • Tutti gli aggiornamenti sugli sviluppi del percorso, sulla messa in sicurezza e sul destino della cifra raccolta saranno comunicati tempestivamente - e con piena e assoluta trasparenza - sui canali social del Centro Culturale Compitese (facebook e instagram , @cc.compitese) e sul sito camelielucchesia.it
Dona

Donazioni 

  • Lorenzo Andreozzi
    • 10 € 
    • 15 g
  • Anonima
    • 50 € 
    • 26 g
  • Anonima
    • 6 € 
    • 28 g
  • Anonima
    • 150 € 
    • 1 mese
  • GIUSEPPE PACINI
    • 270 € 
    • 2 mesi
Dona

Organizzatore

CCC Centro Culturale Compitese
Organizzatore
Capannori, Province of Lucca

Il luogo in cui puoi aiutare in modo facile, efficace e affidabile

  • È facile

    Fai una donazione in modo facile e veloce

  • Efficace

    Offri un aiuto diretto per le persone e le cause che ti stanno a cuore

  • Affidabile

    La tua donazione è protetta dalla Garanzia GoFundMe Giving