La casa delle donne non si tocca

Il 18 settembre come gruppo transfemminista queer di Firenze abbiamo deciso di occupare lo stabile abbandonato della Regione Toscana in via Lorenzo il magnifico 100 , dando vita alla Magni*fica occupata casa delle donne transfemminista queer. Le motivazioni che ci hanno spinto all’occupazione dell'edificio nascono dalla mancanza totale di spazi più sicuri per donne* e identità LGBTQIA+, migrantx ed esclusx dalla società. Il lockdown ha esasperato le contraddizioni che viviamo ogni giorno, dove ci veniva imposto lo stare a casa anche nei casi in cui significasse restare chiuse con aguzzini, violenti, parenti omotransfobici. Le decine di casi di femminicidi e attacchi a persone LGBTQIA+ durante la quarantena sono state una prova diretta di questo. Senza considerare la mancata attenzione a chi una casa non ce l’aveva, a chi si e ritrovatx senza lavoro e tutele da un giorno all’altro. Così abbiamo deciso di entrare in una villa abbandonata di proprietà della regione Toscana, uno spazio pubblico lasciato vuoto e venduto alla speculazione. Lo abbiamo così trasformato in un luogo collettivo, di incontro, di creazione e di autodeterminazione.

Il 22 settembre, il giorno dopo le elezioni regionali, come primo atto della nuova giunta PD arrivano alla Magni*fica in centinaia tra digos, carabinieri, polizia, pompieri e municipale: iniziano a prendere ad accettate la porta, mentre è in corso un’assemblea pubblica per uno sportello d’ascolto per donne e persone LGBTQIA+. Lo sgombero viene eseguito in modo coatto e violento, distruggendo lo spazio che faticosamente, ma con determinazione e gioia, era stato abitato e costruito da centinaia di persone accorse. In 4 giorni erano già attive un’aula studio, uno sportello d’ascolto in costruzione, una cucina comune, una sala per cineforum e uno spazio accogliente per tutte coloro che subiscono la violenza patriarcale. 12 persone che erano all’interno al momento dello sgombero sono state denunciate per occupazione, 6 delle quali sono state colpite anche dal provvedimento fascista del foglio di via: una misura repressiva indegna in cui, su indicazione di questura e prefettura, le persone colpite devono andarsene dalla città entro 48h per 3 anni. Lo sgombero però non è stato lasciato fare in modo indisturbato, vista la presenza di centinaia di persone solidali che hanno animato un presidio sostenendo le persone all’interno e sul tetto. A dimostrazione della necessità di questo spazio per contrastare la violenza sessista, razzista e omotransfobica che riecheggia intorno a noi, un corteo ha poi attraversato il centro portando nelle strade la solidarietà e la rabbia di chi ogni giorno subisce queste stesse violenze. Queste stesse persone subiranno un processo, dovendo quindi sostenere gravose spese legali.

Vista l’emergenza sanitaria non è momentaneamente possibile organizzare eventi di autofinanziamento in supporto allx nostrx compagnx denunciatx e colpitx dalle misure preventive. Chiamiamo la solidarietà di tuttx coloro che vogliano, con i mezzi a disposizione, aiutare la raccolta fondi per lx compagnx della Magni*fica casa delle donne* transfemminista queer, conscx del momento difficile soprattutto economicamente che stiamo attraversando tuttx.

SEGUI LA MAGNIFICA:
Facebook: www.facebook.com/ladiavolavestepride
Instagram: lamagnificaoccupata
  • Giulia Guerrieri 
    • €5 
    • 9 d
  • Anonymous 
    • €15 
    • 9 d
  • Simon Kanka 
    • €10 
    • 9 d
  • Gianluca Santini 
    • €15 
    • 1 mo
  • Cecilia (per la Vampa) Arcidiacono 
    • €300 
    • 5 mos
See all

Organizer

Magnifica Occupata 
Organizer
Florence, Metropolitan City of Florence
  • #1 fundraising platform

    More people start fundraisers on GoFundMe than on any other platform. Learn more

  • GoFundMe Guarantee

    In the rare case something isn’t right, we will work with you to determine if misuse occurred. Learn more

  • Expert advice, 24/7

    Contact us with your questions and we’ll answer, day or night. Learn more