2Years 2Weeks 2Days-Homeless,Fearless,Borderless

ENG+IT
Click 3 time to read all ( Clicca 3 volte e scorri in fondo per l’italiano).

Hello, I am Ciriaca+Erre, an artist, a mother, and a woman who, on April 22, 2022, World Earth Day, left everything to return to inhabit our planet, our true home, to seek humanity, utopia, and another way of living in harmony with our Mother Earth.

I set out on foot, alone, from the caves of Matera, my hometown to arrive in Africa where Homo Sapiens survived the Ice Age. I will keep you posted on my Instagram account @ciriacaerre.
 
To the fear of dying, which has prevailed in recent years, I chose the courage to live by giving life to my longest and most challenging performance in which I combine Art and life: 2 years, 2 weeks, 2 days, Homeless Fearless Borderless

Previously I have done several works on human rights and women's rights, I am used to giving and giving and not asking., I am used to giving and not asking.

Today, YOUR help means a lot to me, and knowing that you are actively involved gives me joy and impetus to move forward and continue to help you discover courage in yourself, confidence in others and in life, living and inspiring you with places, ways of living different from those you 


I believe Art should inspire others not only the artist for that,this is why I want this to be a collective work as "A dream dreamed alone is a dream. A dream dreamed together becomes a reality."

Your invaluable support, will help me to get out of the "survival" mode of those first months, that I myself chose in order to start by experiencing the profound meaning of humility and resilience that made me rediscover trust in life, gratitude for a bed, a floor, a dinner or just an apple but most of all for meeting someone very special like you today.

Thanks to your contribution, I will be able to find shelter and food when I can't find hospitality (unfortunately, using a tent is not legal in many countries except above 2000 meters) and be safer at night.
Your support will be crucial in case of need and will give me the possibility not to have to give up discovering important places or to be able to arrive in time and be able to experience certain realities( secret meetings of nomadic communities or world peace walks with Buddhist monks). I would also be happy to be able to contribute with your donation to some realities that host me and also have needs.


Thank you so much for your donation and for wanting to share and talk about this project with your family, your friends, your colleagues and your neighbors.
Thank you if you would like to follow my adventure on Instagram to get updates on the project.
Whatever your precious action will be, I am grateful because I am sure it is a gift that comes from your heart, and your desire to share this with your friends and acquaintances.
Thank you for Being There, for choosing solidarity and also being the change you want to see in the world.
Below you will find more info about the project.

WHEN

On the 22nd of April 2022, World Earth Day, I'm embarking on a slow and lonely march, backwards through human history. I will go through my longest and most difficult performance as an artist, woman and mother, learning by unlearning, elevating life into a work of art.
Art, like life, is a journey of awareness.
I will be without a home, to remind me and others that planet Earth is our Home.
On my shoulders only the essentials and a tent. I will feed mainly on raw fruits and vegetables and experiment with foraging (the wild food).
Reconnecting with the wisdom of Mother Earth and the sacred wild feminine.

WHERE


I started my journey from the caves of my hometown, Matera, all the way to Africa, where I will explore the caves in which Homo Sapiens survived the ice age. I will look for the last matriarchal civilization in China, where marriage does not exist. Inspired by the pioneering and utopian community born in 1900 at Monte Verita in Switzerland I will search for a new utopian way of leaving as well as eco-sustainable communities in the world. I will march for Peace together with some activist monks, I will visit the happiest country in Latin America which has abolished the army and much more.

Why 2 YEARS 2 WEEKS AND 2 DAYS


"I went into the woods because I wished to live deliberately, to face only the essential facts of life, and see if I could not learn what it had to teach, and not, when I came to die, discover that I had not lived. (…) I wanted to live deep and suck out all the marrow of life to live so sturdily and Spartan-like as to put to rout all that was not life...” writes the philosopher Henry David Thoreau, in 1845, when he went to live in the woods, far from civilization.
2 years 2 weeks and 2 days is the exact amount of time that the philosopher remained in the woods. I want to pay a tribute to his revolutionary and resistance action.

WALK, THINK, MIGRATE


A walk could be also a revolutionary and peaceful act.
Human evolution began with migration on foot.
The act of "walking" is in our nature and is linked to human history, it is part of us as much as thinking and speaking.
Walking, ideally, is a state in which the mind, the body, and the world are aligned and finally in conversation together. “All Is One!”
.
Walking, like art and thought, progresses through an unstable balance.
To advance, we must leave our stable center of gravity and always look for a new one.
It is a slow pace that contrasts with the modern sedentary society where movements are mostly mechanized and motorized.
.
I will start this project by traveling the world, on foot and as eco-ethically as possible ( in some cases I will take the train, bike or boat to could achieve some location in time ).
Traveling the world on foot is a significant gesture of reconnection, step by step, to the earth, to our ancestors and me.
My project is inspired by some of the great spiritual leaders, thinkers, and walkers of human history such as Herman Hesse, H.D Thoreau, Diogenes, Darwin, St. Francis, Gandhi, Jesus, Buddha, and Hypatia.

Why HOMELESS

Because the Earth is our home.
The house has been the golden female prison for centuries.
My project is a march of reconnection to the origins, and therefore to Mother Earth.
I free myself from the narrowest boundary of the house, which relegates us to a permanent life of accumulation.
As an artist, I will also do away with the studio, which could be considered also an isolated place, a sort of artificial bubble.
The initial idea was to sleep mainly in a tent but unfortunately is forbidden in many countries. I love the idea of being hosted by temples, monasteries, and convents and by those who want to support me in this journey, with the intent of promoting solidarity towards others and travelers, as our ancestors used to do it.

Why FEARLESS


Being an artist means finding the courage to follow the Unknown.
We live in an era of uncertainty, of lack of direction where fear has taken over and paralyzed us worldwide, making us more and more mass hermits.
We are not alone in feeling fear. We are connected and we could be inspired and support each other, as art should not only inspire artists but also all human beings.
I decided to feel the fear and go through it because we need endurance to fly.
Resistance is nothing but a sign that you are on a path leading you to a breakthrough.
My performance is not about 'doing' something but about 'being' that same thing.


Why BORDERLESS


This historical moment marks the borders which separate us not only geographically but emotionally too, we built walls that are getting taller and taller and which are progressively segregating us, even within our own homes"
“Nothing is more hateful and more stupid than borders; they are like cannons, like generals: as long as reason dominates, their existence is not felt, but as soon as the war breaks out, they suddenly become sacred and essential", wrote Hermann Hesse
We are all migrants, and explorers. This is part of evolution and human nature, as evidenced by the latest scientific discoveries, which have identified this vital need in the so-called Wanderlust Gene or variation of the gene known as DRD4-7R, which is present in 20% of the population.

“Genuine creative work makes you lonely, demanding something from us that we owe take away from the well-being of life.”
Hermann Hesse

BUDGET OF EXPENSE approximate cost estimate


The journey is very difficult and long, and funds are needed to contribute to the success of this difficult undertaking . My intention is to spend as little as possible and then donate the proceeds to charity. Your donation will help me support part of these expenses of which the rough cost estimate , as you can see, is more than double the amount I have requested in this fundraising. But for me the figure of 22,200 is symbolic and significant, considering that it is an amount from which you also have to take off 20 to 40 percent tax because it is considered a donation. Below is a list of some costs to give a rough idea.

- visas and vaccinations of about 2000 CHF
- compulsory medical insurance for Swiss citizens, approx. (for 2 years)to which I would like to add if I can get coverage valid for abroad 8.000CHF
- telephone subscription that has almost worldwide coverage of about 2.400 CHF
- prepaid phone cards in countries where there is no coverage, rough estimate of about 1500 CHF
- iCloud data for online digital data archive for photo and video documentation. about
240 CHF
- app subscription for maps in the world of trails approx. (for 2 years) 180 CHF
- Subscription for GPS satellite. which allows you to be tracked in the absence of coverage and transmits the route, be supportive in case of need, for 2 years
- from 300/400 CHF
- Costs of any train and ship transportation when needed to meet timelines
3000 CHF

- The project involves finding accommodation and planning to sleep in tents but unfortunately since it is not legal in most countries I had to budget a minimum of 20/40 CHF per day for accommodation which made a rough calculation if I should not find accommodation for the two years approx.
from a minimum of 14.640 to 29.2800 CHF
- food and water about 10 CHF per day, considering that I am also looking for shelter and that when possible I will also try to feed on wild herbs, approximately
7500 CHF

• TECHNICAL EQUIPMENT
- 4 pairs of technical shoes, 1 to start + 3 pairs of spare shoes for consumption during the walk 500 CHF
- Satellite GPS that will transmit the route and be of support if needed ⁃ 200/300 CHF
-cell phone with 1TB memory, quality lenses with which to make the best video and photo documentation of the project 1.800 CHF
- optional- a small go pro 360º (for the creation of a final work that allows a 360º experience of some of the places that significant places I visited) 500 CHF
- 3/4 season light technical tent 300 CHF
-technical backpack 250/350 CHF
- water filtration pump 200/300 CHF
- technical sleeping bag for temperatures down to -6 degrees 450 CHF
- technical inflatable mattress 200CHF
panel/solar charger 100 CHF

- fundraising fees from 20% to 40%


ITA
Ciao, sono Ciriaca+Erre, un’artista, una mamma, una donna che il 22 aprile 2022, giornata mondiale della Terra, ha abbandonato tutto per tornare ad abitare il nostro pianeta, la nostra vera casa, per cercare l’umanità, l’utopia ed un altro modo di vivere in armonia con la nostra Madre Terra.

Mi sono incamminata a piedi , da sola, dalle caverne di Matera,mia città di origine per arrivare in Africa dove l'Homo Sapiens è sopravvissuto all’era glaciale.
Alla paura di morire, che ha prevalso in questi ultimi anni, ho scelto il coraggio di vivere dando vita alla mia piu lunga e difficile performance in cui unisco l’arte e la vita:
2 YEARS, 2 WEEKS, 2 DAYS, Homeless Fearless Borderless.
(2 ANNI, 2 SETTIMANE, 2GIORNI, senza casa, senza paura, senza confini)

Precedentemente ho realizzato diverse opere sui diritti umani e sui diritti delle donne, sono abituata a donarmi, a donare e non a chiedere aiuto.

Oggi, il TUO aiuto significa molto per me, e saperti coinvolto attivamente mi da gioia e spinta ad andare avanti e continuare a farti scoprire il coraggio in se stessi, la fiducia negli altri e nella vita, vivere e ispirarti con luoghi, modi di vivere diverse da quelle che conosci.

Credo che l'Arte debba ispirare gli altri non solo l'artista per questo,per questo voglio che questa sia un’opera collettiva in quanto “Un sogno sognato da soli è un sogno. Un sogno sognato assieme diventa realtà.”
Potrai seguire il mio viaggio sul mio account Instagram @ciriacaerre.

Il tuo prezioso supporto, mi aiuterà ad uscire dalla modalità “sopravvivenza” di questi primi mesi, che io stessa ho scelto per poter iniziare vivendo profondamente quest’esperienza di umiltà e resilienza che mi ha fatto riscoprire la fiducia nella vita, la gratitudine per un letto, un pavimento, una cena o solo una mela ma soprattutto per aver incontrato persone molto speciali, come te oggi.
Sono grata dell’umanità ricevuta e di aver condiviso il tetto e il cibo con eremiti, senza tetto, rifugiati, monache di clausura, case per bambini senza famiglia, extracomunitari, monaci buddisti, comunità utopiche, amici di amici e molti altri.

Oggi è importante che io superi limiti che io stessa mi sono posta al fine poter fare evolvere il progetto al meglio e poter intraprendere nuove scoperte e nuove sfide e trovando il tempo, che mi è mancato in questi mesi e indispensabile per condividere questa preziosa esperienza.
Grazie al tuo contributo potrò trovare un alloggio e del cibo quando non troverò ospitalità e (purtroppo usare la tenda non è legale in molti paesi se non oltre i 2000 metri) ed potrò essere più al sicuro la notte . IL tuo sostegno sarà fondamentale in caso di necessità e mi darà la possibilità di non dover rinunciare a scoprire luoghi importanti o di poter arrivare in tempo e poter vivere determinate realtà( riunioni segrete di comunità nomadi o cammini della pace nel mondo con monaci buddisti). Inoltre arei felice di poter contribuire anche con la tua donazione ad alcune realtà che mi ospitano e hanno anche loro bisogno.

Grazie di cuore per la tua donazione e per voler condividere e parlare di questo progetto con la tua famiglia, i tuoi amici, i tuoi colleghi, i tuoi vicini.
Grazie se vorrai seguire la mia avventura su Instagram per avere gli aggiornamenti del progetto.
Qualsiasi sarà la tua preziosa azione, ti sono grata perché sono sicura che è un dono che arriva dal tuo cuore, e dalla tua voglia di condividere tutto questo con i tuoi amici e conoscenti.
Grazie per Esserci, per scegliere la solidarietà ed essere anche tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.
Qui di seguito trovi maggiori info sul progetto.

QUANDO

Il 22 aprile 2022, Giornata mondiale della Terra, ho intrapreso una marcia a piedi, lenta e solitaria, a ritroso nella storia dell'umanità. Attraverserò la mia performance più lunga e difficile come artista, donna e madre, imparando e disimparando, elevando la vita a opera d'arte.
L'arte, come la vita, è un viaggio di consapevolezza.
Sarò senza casa, per ricordare a me e agli altri che il pianeta Terra è la nostra casa.
Sulle mie spalle solo l'essenziale e una tenda. Mi nutrirò principalmente di frutta e verdura cruda e sperimenterò il foraging (il cibo selvatico).
Mi riconnetterò con la saggezza della Madre Terra e con il sacro femminino selvatico.

DOVE
Inizierò il mio viaggio dalle grotte della mia città natale, Matera, fino all'Africa, dove esplorerò le grotte in cui l'Homo Sapiens è sopravvissuto all'era glaciale. Cercherò l'ultima civiltà matriarcale in Cina, dove il matrimonio non esiste. Ispirandomi alla comunità pionieristica e utopica nata nel 1900 a Monte Verita, in Svizzera, cercherò un nuovo modo utopico di vivere e comunità ecosostenibili nel mondo. Marcerò per la pace insieme ad alcuni monaci attivisti, visiterò il Paese più felice dell'America Latina che ha abolito l'esercito e molto altro ancora.

Perché 2 ANNI 2 SETTIMANE E 2 GIORNI

"Andai nei boschi perché desideravo vivere deliberatamente, affrontare solo i fatti essenziali della vita, e vedere se non potevo imparare ciò che essa aveva da insegnare, e non scoprire, quando sarei morto, che non avevo vissuto. (...) Volevo vivere in profondità e succhiare tutto il midollo della vita per vivere in modo così robusto e spartano da mettere a morte tutto ciò che non era vita..." scrive il filosofo Henry David Thoreau, nel 1845, quando andò a vivere nei boschi, lontano dalla civiltà.
2 anni, 2 settimane e 2 giorni è il tempo esatto in cui il filosofo rimase nei boschi. Voglio rendere omaggio alla sua azione rivoluzionaria e di resistenza.

CAMMINARE, PENSARE, MIGRARE

Il cammino può essere anche un atto rivoluzionario e pacifico.
L'evoluzione umana è iniziata con la migrazione a piedi.
L'atto di "camminare" è nella nostra natura ed è legato alla storia dell'uomo, fa parte di noi tanto quanto il pensiero e la parola.
Camminare, idealmente, è uno stato in cui la mente, il corpo e il mondo sono allineati e finalmente in conversazione insieme. "Tutto è uno!"
.
Il camminare, come l'arte e il pensiero, progredisce attraverso un equilibrio instabile.
Per avanzare, dobbiamo lasciare il nostro equilibrio stabile e cercarne sempre uno nuovo.
È un ritmo lento che contrasta con la moderna società sedentaria in cui i movimenti sono per lo più meccanizzati e motorizzati.
.
Inizierò questo progetto viaggiando per il mondo, a piedi e nel modo più eco-etico possibile (in alcuni casi prenderò il treno, la bicicletta o la barca per poter raggiungere una certa località in tempo utile).
Viaggiare a piedi per il mondo è un gesto significativo di riconnessione, passo dopo passo, alla terra, ai nostri antenati e a me.
Il mio progetto si ispira ad alcuni grandi leader spirituali, pensatori e camminatori della storia dell'umanità come Herman Hesse, H.D. Thoreau, Diogene, Darwin, San Francesco, Gandhi, Gesù, Buddha e Ipazia.

Perché HOMELESS

Perché la Terra è la nostra casa.
La casa è stata per secoli la prigione dorata delle donne.
Il mio progetto è una marcia di riconnessione alle origini, e quindi alla Madre Terra.
Mi libero dal confine più stretto della casa, che ci relega a una vita permanente di accumulo.
Come artista, farò a meno anche dello studio, che potrebbe essere considerato un luogo isolato, una sorta di bolla artificiale.
L'idea iniziale era di dormire principalmente in una tenda, ma purtroppo è vietato in molti Paesi. Mi piace l'idea di essere ospitato da templi, monasteri e conventi e da chi vuole sostenermi in questo viaggio, con l'intento di promuovere la solidarietà verso gli altri e i viaggiatori, come facevano i nostri antenati.

Perché SENZA PAURA

Essere un artista significa trovare il coraggio di seguire l'ignoto.
Viviamo in un'epoca di incertezza, di mancanza di direzione, dove la paura ha preso il sopravvento e ci ha paralizzato in tutto il mondo, rendendoci sempre più eremiti di massa.
Siamo collegati e possiamo ispirarci e sostenerci a vicenda, come l'arte non dovrebbe ispirare solo gli artisti ma anche tutti gli esseri umani.
Ho scelto di provare la paura e di affrontarla perché abbiamo bisogno di resistenza per volare. La resistenza non è altro che il segno che stiamo percorrendo un cammino che porta ad una svolta.
La mia performance non consiste nel "fare" qualcosa, ma nell' "essere" quella stessa cosa.


Perché BORDERLESS
Questo momento storico segna i confini che ci separano non solo geograficamente ma anche emotivamente, abbiamo costruito muri sempre più alti che ci stanno progressivamente segregando, anche all'interno delle nostre case.
"Nulla è più odioso e più stupido dei confini; sono come cannoni, come generali: finché la ragione domina, la loro esistenza non è avvertita, ma non appena scoppia la guerra, diventano improvvisamente sacri ed essenziali", scriveva Hermann Hesse.
Siamo tutti migranti ed esploratori. Questo fa parte dell'evoluzione e della natura umana, come dimostrano le ultime scoperte scientifiche, che hanno identificato questo bisogno vitale nel cosiddetto gene del vagabondaggio o variante del gene noto come DRD4-7R, presente nel 20% della popolazione.

"L'autentico lavoro creativo rende solitari, esigendo da noi qualcosa che dobbiamo sottrarre al benessere della vita".
Hermann Hesse

BUDGET DI SPESA- Stima approssimativa dei costi
Il viaggio è molto difficile e lungo e i fondi sono necessari a contribuire alla riuscita di questa difficile impresa . Il mio proposito è di spendere il meno possibile per poi devolvere il ricavato in beneficienza. La tua donazione mi aiuterà a supportare una parte di queste spese di cui la stima approssimativa dei costi , come puoi vedere, supera del doppio la cifra che ho richiesto in questo fundraising. Ma per me la cifra di 22.200 è simbolica e significativa, considerando che è una cifra a cui bisogna anche togliere dal 20 al 40 % di tasse perché considerata una donazione.
Qui di seguito un elenco di alcuni costi per dare un’idea approssimativa.

- visti e vaccini circa 2000 CHF
- assicurazione medica obbligatoria per i cittadini Svizzeri , circa (calcolata per 2 anni)alla quale vorrei aggiungere, se mi sarà possibile la copertura valida per l’estero
8.000 CHF
- abbonamento telefonico che abbia una copertura quasi mondiale circa 2.400 CHF
- schede telefoniche prepagate nei paesi dove la copertura non c’è, stima approssimativa circa 1500 CHF
- dati iCloud per archivio dati digitali on line per la documentazione fotografico e video. circa 240 CHF
- abbonamento app per mappe nel mondo di sentieri circa (per 2 anni) 180 CHF
- Abbonamento per satellitare GPS. che permette di essere rintracciati in assenza di copertura e trasmetta il percorso, sia di supporto in caso di necessità, per 2 anni
- dai 300/400 CHF
- costi di eventuali trasporti treno e navi, quando necessari per rispettare le tempistiche
3000 CHF

- Il progetto prevede la ricerca di accoglienza e prevedeva di dormire in tenda ma purtroppo non essendo legale nella maggior parte dei paesi ho dovuto preventivare una spesa minima di 20/40 CHF al giorno per l’alloggio che facendo un calcolo approssimativo se non dovessi trovare alloggio per i due anni circa
- da un minimo di 14.640 a 29.2800 CHF
- vitto e acqua circa 10 CHF al giorno, considerando che cerco anche accoglienza e che quando possibile cercherò di nutrirmi anche di erbe selvatiche, approssimativamente 7500 CHF


ATTREZZATURA TECNICA
- 4 paio di scarpe tecniche, 1 per partire + 3 paia scarpe di ricambio per il consumo durante il cammino 500 CHF
- GPS satellitare che trasmetta il percorso e sia di supporto in caso di necessità, ⁃ 200/300 CHF
- telefono cellulare con memoria da 1tb, obbiettivi di qualità con cui realizzare al meglio la documentazione video e fotografica del progetto, 1.800 CHF
- una piccola co pro 360º (per la creazione di un opera finale che permetta un esperienza a 360º alcuni luoghi che significativi che ho visitato) 500 CHF
- tenda tecnica light 3/4 stagioni, 300 CHF
- zaino tecnico, 250/350 CHF
- pompa per filtraggio acqua, 200/300 CHF
- sacco a pelo tecnico per temperature fino ai -6 gradi 450 CHF
- materassino gonfiabile tecnico 200CHF
- Caricabatterie pannelli/ solare 100 CHF


- Tasse per il fundraising dal 20% al 40%
  • Francesco Beccaris 
    • CHF100 
    • 6 d
  • Alessandra Dini 
    • CHF30 
    • 18 d
  • GoFundMe Team 
    • CHF247 
    • 22 d
  • Biancamaria Iavarone 
    • CHF50 
    • 23 d
  • Anonymous 
    • CHF500 
    • 1 mo
See all

Organizer

Ciriaca Erre 
Organizer
Collina d'Oro

Your easy, powerful, and trusted home for help

  • Easy

    Donate quickly and easily.

  • Powerful

    Send help right to the people and causes you care about.

  • Trusted

    Your donation is protected by the  GoFundMe Giving Guarantee.