Promuovere la tua raccolta fondi online: strategie che funzionano davvero

Condividere online è ciò che rende il crowdfunding possibile. Se già sei un mago con i social media, le tue abilità ti aiuteranno di certo con il crowdfunding, ma esistono strategie e tattiche specifiche del crowdfunding che davvero possono aiutarti a ricavare il massimo dai tuoi sforzi. Per promuovere la tua raccolta fondi online si parte inviando la tua petizione  a familiari, amici, vicini e colleghi, e poi si fa tutto quel che si può per diffondere il più possibile il messaggio. Grazie alle best practice che seguono, quella condivisione iniziale potrà estendersi e raggiungere molti più potenziali donatori.

Crea una raccolta fondi

Inizia tutto con il titolo, la foto e la descrizione

man taking selfie with groups of kids

Quando amici, familiari e sconosciuti a caso scorrono i loro feed sui social media, la tua foto profilo è la prima cosa che ne attira l’attenzione, seguita in rapida successione dal titolo della tua raccolta fondi e dalla prima frase della descrizione.

Se questi tre elementi funzionano, è possibile che chi li vede pensi “Questo devo condividerlo” prima ancora di aver visualizzato la pagina della tua raccolta fondi. A quel punto una visita alla pagina della tua raccolta fondi e l’affare dovrebbe essere fatto, sia per donare che per condividere.

Usa le nostre risorse e per trovare grandi idee su come chiamare la tua raccolta fondi online . Quindi, impara come migliorare la tua campagna di crowdfunding con immagini evocatrici . Dopo di che, puoi scoprire come realizzare un video di raccolta fondi che attiri donatori .

Una volta raccontata la tua storia come meglio puoi grazie a questi strumenti, passala ancora in rassegna. Guardala come se fosse la raccolta fondi di qualcun altro: chiediti quali elementi ti spingerebbero a donare e condividere. Qualcuno di questi elementi andrebbe ampliato o chiarito? Come puoi renderli ancora più incisivi?

Ispira altri a condividere (e ricondividere) con aggiornamenti

woman sitting at acfe with no shame campaign sign

Non sottovalutare l’importanza del condividere aggiornamenti sulla pagina della tua campagna e attraverso i social media. Più condividi, più opportunità hai di spingere i sostenitori a condividere a loro volta, ampliando la portata della tua raccolta fondi.

Ogni volta che sulla pagina della tua raccolta fondi compare un aggiornamento, questo mostra ai donatori che già ci sono e a quelli potenziali come si sta evolvendo la tua storia, e li ispira a diventarne parte, a donare ancora, o a condividere sui social media i tuoi progressi. Abbiamo riscontrato come questo valga in particolare per gli aggiornamenti che mostrano in che modo le donazioni precedenti hanno aiutato il tuo beneficiario, per quelli che comprendono foto o video di eventi di raccolta fondi, o che mostrano i supporter che trascorrono del tempo con il beneficiario della campagna.

Negli aggiornamenti, non aver paura di condividere sia le buone notizie che le difficoltà, mettendo in chiaro sia i progressi in positivo del beneficiario che il persistere del suo stato di bisogno. Per dettagli su come scrivere aggiornamenti incisivi ed efficaci, leggi il nostro postCome scrivere un aggiornamento alla raccolta fondi

Quanto spesso dovresti postare aggiornamenti della raccolta fondi? Almeno una volta a settimana, e ogni volta tu e chiunque faccia parte del tuo team di raccolta fondi dovreste condividere ciascun aggiornamento sui social media.

Best practice per la promozione sui social media

three young women looking at laptop in a classroom
  • Sui social media l’attenzione si cattura per poco tempo. Se sei conciso nei tuoi messaggi, aumenti le probabilità di condivisione.
  • Da qualche parte in ogni tuo post, tweet o messaggio, chiedi brevemente alla gente di condividere la tua raccolta fondi. Se non lo fai, a chi legge potrebbe non venire l’idea di farlo.
  • Considera la possibilità di promuovere la tua campagna di crowdfunding con unhashtag dedicato.Quando crei un hashtag, se è adatto, usalo insieme ad altri hashtag consolidati per eventi di più ampio respiro (per esempio, una catastrofe naturale). Usa entrambi ogni volta che posti. Questo aumenterà in misura significativa la tua esposizione nei confronti delle persone con mentalità affine e di coloro che stanno cercando di aiutare le vittime.
  • Considera la possibilità di creare una pagina Facebook dedicata per la tua raccolta fondi o la tua causa: è un’idea particolarmente valida se stai raccogliendo soldi per un’esigenza costante, più che per un evento specifico della vita. Per altre dritte sull’utilizzo di Facebook, leggiCome aprire una pagina Facebook per la tua raccolta fondi. E se usi Twitter, non perderti i consigli su community e promozione in Come raccogliere fondi su Twitter.
  • Per altre dritte di base sui social media, dai un’occhiata al nostro post Usare i social media per promuovere la tua raccolta fondi.

Promuovi la tua raccolta fondi con i nostri semplici strumenti di condivisione

young girl jumping for joy outside of astronaut camp

Dalla pagina della tua raccolta fondi, bastano giusto pochi click per iniziare a promuovere la tua raccolta fondi online:

  • usa i pulsanti di condivisione Facebook o Twitter sotto il titolo della tua raccolta fondi per postare direttamente sui social media.
  • Clicca sul bottone col simbolo “+” sotto la storia della tua raccolta fondi per ottenere un widget incorporabile da inserire agevolmente sul tuo sito web o blog.
  • Il pulsante “Iscriviti agli aggiornamenti” consente alle persone di ricevere in automatico i tuoi aggiornamenti. Incoraggia i sostenitori a registrarsi quando visitano la tua pagina delle donazioni.
  • Non dimenticare l’URL della tua pagina di raccolta fondi: è uno strumento di promozione che richiede un solo passaggio e l’unica cosa di cui la gente ha bisogno per condividere la tua campagna. Aggiungi l’URL alla tua firma email. Se hai un blog, mettilo in risalto lì.

Attira la copertura mediatica per ottenere condivisioni da estranei

young man being interviewed by camera crew in a lecture hall

Invita giornalisti e media locali a condividere la tua causa con il loro pubblico. Analizziamo ogni passaggio di questo processo inCome ottenere dai media locali la copertura della tua raccolta fondi.

In sintesi: scrivi un comunicato stampa breve ma esaustivo e mandalo via email e social media. Rendi semplice per i giornalisti verificare e presentare le tue informazioni usando i nostri consigli su come scrivere un comunicato stampa efficace per la tua raccolta fondi . Inserisci sempre i tuoi contatti e un link alla tua raccolta fondi.

La copertura a mezzo stampa crea maggior condivisione. Oggi, la condivisione può anche creare copertura stampa (che a sua volta dà origine a ulteriore condivisione). Spesso, la chiave per innescare questa spirale di interesse è ottenere il primo pezzo, perché ciò dà il segnale al gregge mediatico per buttarsi sulla tua storia. Il primo articolo può essere il più difficile da ottenere, ma ne trarrai ottimi frutti quando i media inizieranno a chiamarti loro, invece di essere tu a chiamarli.

Per un’analisi più dettagliata di questo fenomeno, leggi il nostro post su raccolta fondi virale . A riprova dell’esistenza di raccolte fondi virali in atto su GoFundMe: le campagne di successo Relief for Fidencio the paleta man (Aiuto per Fidencio, l’uomo paleta) e Chauncy’s Chance (Una chance per Chauncy) .

Più condivisioni significano più donazioni

Continuiamo a vederlo: più aggiornamenti si pubblicano sulle proprie pagine di raccolta fondi, più soldi si raccolgono. Condividere aggiornamenti spesso (almeno una volta a settimana) è il modo migliore per raggiungere nuove persone, per tenere attivi i sostenitori e per fornire loro notizie fresche da poter condividere e ricondividere. Gli aggiornamenti possono anche spingere a ripetere la donazione.

Queste campagne hanno dimostrato l’efficacia data dall’ottenere decine di migliaia di condivisioni: ognuna di esse ha portato donazioni per più di 100.000 dollari:

Per consigli su come condividere offline leggiRaccogliere fondi online senza social media: 42 metodi di condivisione offlineSei pronto per iniziare a condividere?Crea la tua raccolta fondioggi.